FIGC contro il club: non paga gli stipendi, salta l’iscrizione al campionato

Il calcio italiano è sempre al centro di grandi discussioni che riguardano il fattore economico dei club: ora la FIGC fa saltare l’iscrizione.

Già da qualche anno i controlli sono diventati più serrati e sempre più spesso abbiamo assistito a grossi cambiamenti di scenari nei campionati italiani a causa di pesanti penalizzazioni o di ammende che sono costate care a tanti club. Dalla Serie A alle categorie inferiori, tutti i club sono sotto il controllo diretto della FIGC e ora anche del Governo che vuole evitare di sperperare denaro e intende punire i club che non rispettano le regole.

Ancona iscrizione Serie C
FIGC: salta l’iscrizione al campionato italiano (ANSA) – controcalcio.com

Il nostro calcio vive con molte incertezze circa il futuro, soprattutto per alcuni club che non sono ancora in regola con i pagamenti e che quindi rischiano pesantemente.

FIGC contro il club: stipendi scoperti

Per tutto il calcio italiano – e anche per il basket – potrebbe nascere una Agenzia per la vigilanza economica e finanziaria delle società sportive professionistiche per controllare i conti e i bilanci ed evitare che i club possano aggirare le regole o non rispettare i parametri di iscrizione ai campionati nazionali.

Da anni la situazione è tenuta sotto controllo della FIGC che ora potrebbe essere affiancata dal Governo in questa missione economica che mira a un calcio più sostenibile economicamente.

Intanto in FIGC è stato scoperto un nuovo caso di stipendi non pagati: ora il club rischia tantissimo in vista della prossima stagione.

Serie C: a rischio l’iscrizione al campionato

In Serie C sta per iniziare una nuova estate turbolenta e rovente, non per le condizioni atmosferiche ma per l’iscrizione ai campionati. Già lo scorso anno è stato complicatissimo da questo punto di vista ma ora ci sono grossi rischi di vedere altri club storici a rischio penalizzazione.

Secondo quanto riferisce TMW, infatti, in casa Ancona si trema in vista della scadenza dei termini per l’iscrizione alla prossima Serie C. Pare che il club biancorosso non avrebbe ancora pagato gli stipendi di marzo e aprile ai tesserati e la FIGC sta pensando a una pesante penalizzazione.

Una situazione che preoccupa la tifoserria, anche se c’è tempo entro la mezzanotte di oggi per presentare tutta la documentazione necessaria che dovrà poi essere accettata dalla COVISOC entro il 12 giugno.

Tifosi Ancona contro il presidente
Tifosi Ancona in protesta contro la società (LaPresse) – controcalcio.com

Ancora a rischio iscrizione: ecco chi può essere ripescata

L’Ancona rischia di non potersi iscrivere al prossimo campionato di Serie C. Il club marchigiano non avrebbe versato gli emolumenti ai tesserati relativi alle mensilità di marzo ed aprile. Per potersi iscrivere al campionato la società dovrebbe dimostrare di aver adempiuto agli obblighi contrattuali entro mezzanotte.

Ancona: problemi per l'iscrizione in Serie C
L’Ancona rischia di non iscriversi in Serie C (LaPresse) – controcalcio.com

Ora, dunque, parte la corsa contro il tempo. In caso di esclusione del club, scatterebbe il ripescaggio per la retrocessa Recanatese. Qualora la domanda dell’Ancona venisse invece rigettata, la dirigenza potrebbe fare ricorso ed attendere il pronunciamento degli organi competenti in merito

Impostazioni privacy