Ribaltone Milan: se ne va all’improvviso

In casa Milan occhio a un addio che potrebbe concretizzarsi a breve: i rossoneri vogliono trattenerlo, ma lui pensa alla partenza

A breve, il nuovo Milan inizierà a prendere forma. Manca poco all’annuncio di Paulo Fonseca per la panchina, si ripartirà dal portoghese ex Roma per un nuovo ciclo dopo aver concluso quello con Stefano Pioli. Con ambizioni ma anche tante incognite.

Milan, addio all'improvviso
Cardinale e Ibrahimovic alle prese con un addio a sorpresa da gestire (fonte: © LaPresse) – Controcalcio.com 

 

L’ambiente non pare entusiasta del nome di Fonseca, sarebbero stati altri i profili preferiti da larga parte della tifoseria. L’allenatore in queste stagioni ha mostrato di avere una buona esperienza e di essere in grado di far giocare bene le sue squadre, ma forse di non poter puntare ai massimi traguardi. Alla dirigenza milanista il compito di smentire questa atmosfera, mettendo a disposizione del tecnico una squadra all’altezza per far bene in Italia e in Europa.

Si passerà, necessariamente, dal calciomercato e dai suoi esiti, per capire a che cosa potrà ambire il Diavolo. Che di certo vuole mettersi alla caccia dell’Inter campione d’Italia, ma senza strafare e senza spese folli. Almeno un obiettivo pesante da portare a casa, comunque, c’è e riguarda l’attacco.

Il Milan ha puntato con decisione Joshua Zirkzee e sembra in vantaggio per accaparrarsi l’attaccante olandese, identificato come nuovo centravanti. Al giocatore attualmente in forza al Bologna, andrà affiancato comunque un supporting cast di livello, ma potrebbe esserci, sempre in prima linea, un addio imprevisto da gestire.

Milan, Jovic dice di no al rinnovo: cosa sta succedendo

L’alternativa a Zirkzee, nello scacchiere rossonero, sarebbe al momento Luka Jovic, per il quale il Milan vorrebbe il rinnovo di contratto. Ma il giocatore non pare dello stesso avviso.

Milan, no di Jovic al rinnovo
Luka Jovic pensa ad un futuro lontano dal Milan (fonte: © LaPresse) – Controcalcio.com 

 

Prelevato dalla Fiorentina, con un contratto annuale, il serbo ha fatto fatica all’inizio, ma ha dato nel complesso un buon contributo in stagione con 9 reti in 30 presenze. Confermando di essere un giocatore che la porta la vede, anche se la sua carriera ha preso una piega diversa rispetto a quella che si immaginava qualche anno fa.

A 26 anni, Jovic è ancora ambizioso. Ma nonostante il Milan voglia puntare su di lui, vorrebbe essere certo di avere un ruolo centrale. Per questo, al momento ha detto di no all’ipotesi del rinnovo, come riportato dal giornalista Matteo Moretto di ‘Relevo’. Il suo entourage lo spinge per accettare l’offerta del Milan, ma lui tentenna. E ha già ricevuto qualche sondaggio dalla Saudi League e dallo Zenit.

Impostazioni privacy