Milan, Pioli ancora sotto accusa: “Così avrebbero vinto lo scudetto”

Stefano Pioli è, ancora una volta, sommerso dalle critiche dopo i recenti risultati negativi del Milan: cosa è successo nelle ultime ore

Ci sono momenti in un stagione che possono invalidare tutti gli altri, o meglio se non si superano per traguardi decisivi, alla fine si rischia di rimanere con un pugno di mosche in mano, senza possibilità di rimediare. Purtroppo per i tifosi rossoneri, quest’ultima ipotesi si è concretizzata nelle ultime due settimane.

Nuove critiche a Pioli in diretta
Pioli è sotto accusa per la stagione del Milan (LaPresse) – controcalcio.com

Nel giro di pochi giorni, infatti, il club meneghino è stato eliminato dall’Europa League per mano della Roma, con una doppia sconfitta che in pochi si aspettavano, e poi è finito ko anche nel derby storico che ha permesso all’Inter di raggiungere la seconda stella. Insomma, proprio nei match decisivi per salvare una stagione storta, il Milan è crollato e la responsabilità è anche e soprattutto di Stefano Pioli.

Il tecnico nato a Parma è agli sgoccioli della sua avventura in rossonero e presto arriverà anche un nuovo allenatore, in grado di iniziare un nuovo ciclo. Antonio Conte è una pista più fredda, esattamente come Lopetegui, ma attenzione a Van Bommel, Amorim, Conceicao e qualche profilo a sorpresa, perché ancora non ci sono certezze. Intanto, le critiche non si fermano per l’attuale guida tecnica.

Pioli demolito da Damiano Er Faina: “Doveva essere esonerato a novembre”

“Con un altro allenatore a novembre, il Milan oggi non avrebbe perso lo scudetto”, ha iniziato Er Faina durante la consueta diretta di Controcalcio su Twitch. Enerix ha subito ribattuto che, di fatto, non c’era un altro tecnico che potesse guidare i rossoneri a quel punto dell’anno, ma non è riuscito a convincere Coccia.

Nuove critiche a Pioli in diretta
Er Faina pensa che, con l’esonero di Pioli, il Milan avrebbe vinto il campionato (LaPresse) – controcalcio.com

In effetti, è quello che pensano molti supporters negli ultimi giorni, e che stanno riportando in massa sui social: Pioli, il tecnico che aveva riportato lo scudetto due anni fa, doveva essere cacciato prima per gestire una nuova squadra e permettere ai tanti acquisti arrivati la scorsa estate di inserirsi al meglio.

Ormai, però, le decisioni sono state prese e non ci sono margini per tornare indietro, solo guardare oltre. Nelle prossime settimane, verrà comunicato ufficialmente l’addio all’allenatore di Parma e da lì si sceglierà definitivamente il nuovo allenatore.

Impostazioni privacy