L’Inter va a caccia del difensore: “Oaktree non lo vuole”

L’Inter sa bene che la sua priorità ora è rappresentata dalla difesa: Oaktree dice no a un obiettivo di Simone Inzaghi, ecco il motivo

Il calciomercato dell’Inter ha subito una svolta improvvisa nelle ultime ore per evoluzioni negative che la società è costretta a fronteggiare. L’infortunio di Tajon Buchanan impone lo slittamento di Carlos Augusto nel suo ruolo naturale e, quindi, la necessità di acquistare un nuovo braccetto sinistro, che possa fare le veci di Alessandro Bastoni.

Inter, caccia al difensore
Simone Inzaghi aspetta un nuovo difensore centrale (LaPresse) – controcalcio.com

Allo stesso tempo, però, dall’Arabia Saudita sono arrivati rumors di interessi concreti anche per Stefan de Vrij, con l’Inter che fa dell’olandese una valutazione tra i 10 e i 15 milioni di euro. L’ex Lazio, dopo essere stato decisivo per l’Olanda nei quarti di finale di Euro 2024, ha dichiarato che sta bene in nerazzurro e ha ancora un anno di contratto più un’opzione per il secondo.

Queste circostanze costringono l’Inter a cautelarsi a caccia di un sostituto di primo livello, che possa essere un titolare aggiunto nelle gerarchie di Simone Inzaghi e diversi nomi sono già arrivati all’attenzione della dirigenza. Il prescelto, però, non sarà Alessandro Buongiorno, ormai a un passo dal Napoli dopo una trattativa durata settimane e nonostante l’ultimo sondaggio della dirigenza nerazzurra.

Doppio piano dell’Inter per la difesa: Oaktree dice no a un nome

Qualsiasi operazione sia in mente o nei piani dell’Inter, ovviamente dovrà essere avallata di Oaktree, che ha imposto un pareggio tra entrate e uscite, senza poter operare alcuna grossa spesa sul calciomercato.

Inter, caccia al difensore
Mario Hermoso non piace a Oaktree per età e costi (LaPresse) – controcalcio.com

Per questo, come confermato da Damiano Er Faina durante la diretta di Controcalcio, uno dei profili maggiormente sondati negli ultimi giorni è quello di Mario Hermoso. Il 29enne si è liberato dall’Atletico Madrid, e quindi non ha costi per il cartellino, ma per lui servirebbe un ingaggio molto alto, un triennale da 5 milioni di euro. Per questo, “piace a Inzaghi, piace ad Ausilio, ma non piace a Oaktree, ha detto Coccia.

La società preferirebbe un profilo più giovane e qui si inserisce il nome di Kevin Danso del Lille. Giovane, braccetto di sinistra ideale, è un profilo moderno che abbina capacità fisica a un’esplosività notevole. Anche in questo caso, però, bisognerà verificare la fattibilità dell’operazione, dato che il suo cartellino vale già più di 30 milioni di euro.

Gestione cookie