Italia, urla in diretta: “Non ce ne frega” (Video)

L’Italia è impegnata negli Europei e le sue sorti sono finite anche in Controcalcio Tv: invettiva durissima di Enerix e DajeAle sugli Azzurri

Quattro punti in tre gare nella fase a gironi che, fortunatamente, son bastati per conquistare la qualificazione agli ottavi. E sabato l’Italia giocherà contro la Svizzera la prima gara ad eliminazione diretta del suo Europeo. Prosegue, quindi, il cammino degli azzurri che tiene oltre 60 milioni di tifosi solo nella nostra Penisola a bocca aperta, con il fiato in gola.

Spalletti, attacco durissimo
Che attacco all’Italia: Enerix e DajeAle scatenati (Ansa Foto) – Controcalcio

D’altronde se durante tutto l’anno si è “nemici” sportivamente, quando vi sono le gare della Nazionale ci si unisce per tifare tutti insieme la maglia azzurra. Una sorta di rito che unisce l’intero Paese. D’altronde tutti hanno ben memoria i festeggiamenti nel 2021 per l’insperata vittoria agli Europei.

Pur se sembra difficile per il gioco espresso, ogni tifoso spera nel clamoroso bis anche in questa edizione tedesca, magari puntando anche su un cammino leggermente più agevole, anche e soprattutto grazie ad alcuni incastri di calendario.

Italia, parole durissime in diretta: è bufera

Eppure non tutti sembrano pensarla in questo modo, non tutti hanno a cuore le sorti della Nazionale. Ne è esempio lampante ciò che èp accaduto nella live di Controcalcio Tv, in onda sull’omonimo canale Twitch, numero 1 sportivo per ascolti.

Enerix ha subito attaccato con un monologo davvero molto duro e franco. “Quando si indossa la maglia azzurra facciamo finta tutti di essere amici? Non me ne frega nulla – ha quasi urlato l’influencer – di questa squadra di m***a, aspetto soltanto settembre” ha chiosato.

Enerix ha poi proseguito con la sua invettiva. “Solo a settembre ricomincia il calcio, lì ricomincia la mia Nazionale, aspetto soltanto che ricominci il campionato. E la pausa Nazionale, gli Europei in questo caso, sono un modo per passare il tempo facendo calcio. Ma in realtà – ha poi concluso con il suo pensiero – non ce ne frega nulla, ammettiamolo per una volta. Io sono milanista, non italiano“.

Una durissima presa di posizione acuita anche da Daje Ale che ha di fatto cavalcato l’onda rincarando perfino la dose. “Non scambierei mai una Coppa Italia della Roma per un mondiale dell’Italia. Questa è la verità, è un mio pensiero libero“.

Insomma, non a tutti evidentemente sta a cuore le sorti della Nazionale. Eppure al gol di Zaccagni ha esultato un Paese intero, percé, volente o nolente, l’Italia e la maglia azzurra hanno sempre un posto speciale nel cuore dei nostri connazionali.

Gestione cookie