“Lo chiediamo al presidente”: polveriera Lazio, attacco durissimo a Lotito (Video)

La Lazio è una polveriera: l’attacco durissimo in diretta nei confronti del patron Lotito. E spunta una richiesta clamorosa

L’ambiente in casa Lazio è sempre più rovente: la società biancoceleste è una polveriera ed i tifosi sono sul piede di guerra nei confronti del presidente. La classica goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata l’addio di Igor Tudor – nonostante il contratto fino al 2025 – per la mancata conferma di Kamada ed un mercato, a suo dire, non all’altezza.

Polveriera Lazio: richiesta a Lotito
Polveriera Lazio, ecco la richiesta a Lotito (Ansa Foto) – Controcalcio

Da lì, gli eventi che hanno fatto precipitare la situazione con l’ingaggio di Marco Baroni come nuovo tecnico che non ha convinto appieno la tifoseria. Si aspettavano, infatti, un nome più di impatto, magari con maggiore esperienza e personalità. Fatto sta che i supporters biancocelesti sono esplosi in una contestazione furiosa, sfociata addirittura in una manifestazione.

Da censurare, naturalmente gli insulti nei confronti del presidente, con addirittura messaggi e speranze macabre di dipartita per il numero uno della società. Episodi senza alcun dubbio da condannare. Il massimo dirigente, peraltro, si sta muovendo sul mercato: i biancocelesti sono attivi  nelle ultime ore al ds Fabiani è stato offerto Daniel Maldini, proprietà Milan al Monza nell’ultima stagione.

Lazio, la richiesta clamorosa al patron

E naturalmente della manifestazione del tifo biancoceleste ampio spazio c’è stato nella live di Controcalcio Tv, in onda sull’omonimo canale Twitch. Augusto Sciscione ha espresso la sua opinione che, probabilmente, è quella della stragrande maggioranza del tifo biancoceleste.

La manifestazione è stata pacifica ed aveva come obiettivo il far capire come non sia importante la quantità dei soldi che mette nella società” ha esordito l’influencer. “Noi chiediamo che il presidente abbia come primo pensiero la Lazio, non le votazioni nel Senato” ha poi aggiunto.

Se lui ha questi impegni, prendesse un Ad e gli dia pieni poteri” ha poi proseguito nella sua invettiva. “Non è che quando lui si ricorda della Lazio, si impostano le trattative di mercato e queste poi saltano perché non si libera” ha sottolineato. Nel mirino, manco a dirlo, alcune situazioni di mercato che hanno lasciato senza parole i tifosi.

Quando ci sono problemi nello spogliatoio dev’esserci presente una figura della dirigenza 24 ore su 24 che dice comando io e fa rientrare ogni tipo di problema e situazione” ha poi concluso la sua invettiva. Una presa di posizione ben chiara che difficilmente sarà ascoltata dal patron, abituato a gestire tutto in prima persona.

Gestione cookie