Fonseca scatena il putiferio: duro scontro in live

Paulo Fonseca è il nuovo allenatore del Milan. Per qualcuno però la scelta dei rossoneri non è stata delle migliori, tanto da scatenare un putiferio

Dopo mesi e mesi di incertezza, indiscrezioni, polemiche e nomi, il Milan ha finalmente ufficializzato chi sarà l’allenatore che prenderà il posto di Stefano Pioli alla guida della squadra: Paulo Fonseca, e no, non è una novità delle ultimissime ore.

Duro scontro su Fonseca in diretta
Fonseca è il nuovo allenatore del Milan, ma le polemiche non si placano (LaPresse) – controcalcio.com

Il portoghese, già conosciuto in Italia e quindi in Serie A per avere allenato la Roma, secondo quanto spiegato da Zlatan Ibrahimovic, senior advisor dei rossoneri, ieri in conferenza stampa, è stato scelto perché “porterà un gioco dominante e offensivo; volevamo portare qualcosa di nuovo a San Siro e per i giocatori”.  In lui, quindi, è stato visto l’uomo giusto su cui puntare.

Non per tutti, però, è così. Specialmente per Damiano Er Faina che, nella diretta di Controcalcio su Twitch, ha avuto un diverbio con la sua spalla, Enerix, sulle potenzialità dell’ex Lilla a Milanello. Per l’influencer e insider romano, infatti, Fonseca “è un incapace” e deve “andare a ringraziare per essere stato nominato allenatore del Milan.

Fonseca al Milan scatena una polemica in diretta: “È un incapace”

Non è stato dello stesso avviso, dicevamo, il tifoso milanista che ha dapprima voluto specificare che il portoghese è stato l’allenatore della quarta forza della Ligue 1 e “non delle Pergolettese”, ma poi ha iniziato a infervorirsi ancor di più quando Coccia ha ricordato che il Diavolo è stato guidato da mister come Carlo Ancelotti e Arrigo Sacchi.

Duro scontro su Fonseca in diretta
Damiano Er Faina e Enerix non sono d’accordo su Fonseca (LaPresse) – controcalcio.com

Chi era Ancelotti prima del Milan? – ha chiesto provocatoriamente Enerix a Er Faina – Non sai nulla. Chi era Sacchi prima del Milan? Tu parli di cose che non disconosci”. Al netto dei toni non troppo concilianti, è giusto dare atto all’ospite fisso della trasmissione che l’attuale tecnico del Real Madrid, prima della sua esperienza in rossonero da allenatore, aveva guidato solo la Reggiana, il Parma e la Juventus, con cui aveva collezionato solo secondi posti, il primo anno a vantaggio proprio del Milan, il secondo della Lazio.

Quanto all’ex commissario tecnico della Nazionale azzurra, prima di diventare il condottiero degli Immortali aveva vinto solo un campionato di Serie C1 con il Parma.

Gestione cookie