Caos Scamacca, impazzisce in diretta: “Mi prendevano in giro” (Video)

Gianluca Scamacca attira le attenzioni di tutt’Italia in vista dei prossimi Europei: c’è chi è letteralmente impazzito durante la diretta

La crescita esponenziale di Gianluca Scamacca negli ultimi mesi non ha lasciato indifferenti tifosi e addetti ai lavori. Con la maglia dell’Atalanta, il bomber è riuscito a conquistare l’Europa League da protagonista, a suon di gol e giocate d’alta scuola, ma soprattutto diventando il pivot offensivo capace di fare la differenza nello scacchiere tattico di Gian Piero Gasperini.

Caos attorno a Scamacca in diretta
Scamacca è un grosso rimpianto per diverse big italiane (LaPresse) – controcalcio.com

Il tecnico è stato molto prezioso nei miglioramenti dell’ex Sassuolo, che sono arrivati soprattutto nella seconda parte di stagione, in cui ha trovato continuità fisica e tecnica. Oltre a tutto il lavoro effettuato per la squadra, ha realizzato 12 gol e 6 assist in Serie A, numeri destinati a crescere, anche perché i margini di miglioramento non sono pochi a 25 anni e con una carriera ancora tutta da scrivere.

Per molti, l’attaccante nato a Roma è un rimpianto non da poco ed è così anche per Daje Ale. Scamacca, infatti, dopo i primi scampoli alla Lazio, è passato ai rivali giallorossi, che poi l’hanno ceduto al PSV U17. Ci ha puntato il Sassuolo, prima di un girovagare per l’Europa che l’ha portato a vestire le maglie di PEC Zwolle, Ascoli, Genoa, ancora Sassuolo e West Ham.

Daje Ale e il rimpianto Scamacca per la Roma: “Incapaci”

Sono state esperienze che hanno garantito un patrimonio non indifferente per un bomber dalle potenzialità fisiche e tecniche enormi, che ora giocherà da titolare gli Europei con l’Italia di Luciano Spalletti.

Caos attorno a Scamacca in diretta
Daje Ale è impazzito per Scamacca in diretta (LaPresse) – controcalcio.com

Lo sa Daje Ale, insider e tifoso della Roma, che seguendo la partita degli azzurri contro l’Albania è esploso in urla e insulti, mentre il bomber giocava un ottimo match. “Mi prendevano in giro”, ha iniziato a ripetere tremando dalla rabbia. E ricordando che anche la scorsa estate aveva spinto per un suo ritorno in giallorosso, prima che la società puntasse su Romelu Lukaku.

“Non ci possono credere che mi prendevano in giro quando parlavo di Scamacca“, ha continuato a dire senza rassegnarsi. “Che incapaci”, ha concluso, riferendosi ai suoi detrattori. E non aveva tutti i torti, anche perché ora la Roma dovrà cercare un’altra punta per sostituire il belga e ha disperso un patrimonio che sarebbe valso tanti milioni, oltre che risultati migliori sul campo.

Impostazioni privacy