Serie A, colpo di scena: niente cessione, torna l’ex presidente

Problema economico per i nuovi proprietari che ora possono perdere il controllo del club che passerebbe nelle mani dell’ex presidente di Serie A.

Ci sono degli importanti aggiornamenti sulla vicenda che ha colpito il calcio italiano e che da mesi fa parlare. Occhio a quello che può ora accadere da un momento all’altro perché dall’accordo che sembrava ormai raggiunto e definitivo può saltare tutto da un momento all’altro con la scelta dell’ex presidente che ora chiede il risarcimento che sa che gli spetta.

Allora ci saranno degli aggiornamenti molto importanti perché il tempo sta nuovamente scadendo e l’accordo trovato in precedenza dopo la decisione del Tribunale di Milano può saltare perché adesso l’ex presidente è pronto a tornare e mandare in causa i nuovi proprietari che possono seriamente pensare di risolvere subito la questione.

Cessione Sampdoria da risolvere
cessione Club Serie A ancora da risolvere del tutto (LaPresse) Controcalcio.com

Può arrivare la scelta da parte dell’attuale presidente di andare a dare l’ok definitivo per il passaggio di soldi anche dopo che l’accordo è già stato raggiunto e annunciato in maniera diversa. Perché ora torna a parlare l’ex presidente che chiede una parte economica che sente mancare.

Si tratta della questione ingaggi che, ora al club che è stato venduto a nuovi proprietari quando era in Serie A, può risolversi da un momento all’altro.

Cessione Serie A: l’ex presidente pronto a tornare

Attenzione a quello che può accadere per il futuro dell’ormai ex presidente che ha intenzione di chiudere la questione a livello economico il prima possibile minacciando così di tornare. Ecco le ultime notizie proprio in merito a questa possibile decisione. Il club quando in Serie A ha cambiato proprietà aveva raggiunto un accordo.

FIGC, cessione definita per la Sampdoria
Sampdoria, definita la cessione delle quote di Ferrero: le ultime (Controcalcio.com) – foto da Lapresse

Nei giorni scorsi c’è stato l’accordo tra Massimo Ferrero e Matteo Manfredi concordato dal Tribunale di Milano e ora però torna in discussione il futuro della Sampdoria. Perché il nodo da scogliere adesso è la questione stipendi che, secondo Ferrero, l’attuale presidente blucerchiato avrebbe promesso senza però pagare al suo predecessore.

Ecco che quindi Ferrero minaccia Manfredi di avere solo 3 giorni a disposizione per evitare un’altra battaglia legale che potrebbe seriamente mettere ansia ai tifosi e i collaboratori della Sampdoria per quello che sarà il progetto futuro che può partire da un momento all’altro. Sicuramente in queste condizioni non si riuscirà ad andare avanti con serenità, per questo motivo l’attuale presidente spera di chiudere tutto da un momento all’altro.

Impostazioni privacy