Napoli, 40 milioni per il primo colpo: assalto di ADL

Il Napoli è pronto a mettere sul piatto 40 milioni di euro per il primo colpo di mercato: assalto di Aurelio De Laurentiis ma c’è un rischio

Ricostruzione è il termine utilizzato dal presidente De Laurentiis nella conferenza stampa di settimana scorsa per presentare i ritiri del Napoli a Dimaro e Castel di Sangro. Una stagione completamente da dimenticare, con gli azzurri decimi e senza vittorie da oltre un mese: tre punti nelle ultime cinque ed un cammino che non può certo essere soddisfacente per una squadra che appena un anno fa ha conquistato lo scudetto.

Napoli, 40 milioni per il primo colpo
Aurelio De Laurentiis ha pronto il primo colpo (Ansa Foto) – Controcalcio

E dopo 14 anni consecutivi sta per finire anche il record di qualificazione alle coppe: salvo colpi di scena clamorosi – al momento improbabili – il Napoli non disputerà competizioni europee nella prossima stagione. Un vero e proprio disastro sportivo, insomma, che merita uan ricostruzione profonda.

Come? Scelto il nuovo direttore sportivo, nello specifico Giovanni Manna in arrivo dalla Juve, De Laurentiis valuta con attenzione a chi affidare il progetto tecnico della squadra: da Conte a Pioli, sono loro i nomi in pole, senza escludere pioli ed Italiano in seconda fila ed i possibili outsider De Zerbi – in questo caso dipende dalla volontà dell’ex centrocampista azzurro – e Domenico Toscano.

Napoli, scelto il difensore: affare da 40 milioni

Al contempo, però, il Napoli lavora anche in chiave mercato. La campagna acquisti, nauralmente, potrà entrare nel vivo solo dopo l’ingaggio del nuovo tecnico ma vi sono già diversi nomi sulla lista degli scout azzurri che potrebbero essere acquistati a prescindere, buoni per ogni tipo di allenatore.

Napoli, scelto il difensore
Napoli, assalto ad Alessandro Buongiorno (Ansa Foto) – Controcalcio

Servirà almeno un uomo per reparto, calciatori di livello ed in grado di permettere un salto di qualità nella rosa. E per la difesa il primo nome è già stato individuato: si tratta di Alessandro Buongiorno, un vecchio pallino del Napoli.

Il difensore del Torino fu già sondato lo scorso mese di gennaio, durante la sessione invernale di calciomercato. Non se ne fece nulla, con Cairo che rispose picche anche alle richieste del Milan. Una valutazione di 40 milioni di euro che non ha spaventato gli azzurri.

De Laurentiis, infatti, è pronto a mettere sul piatto ben 35 milioni più 5 di bonus che potrebbe accontentare Cairo. Buongiorno sarà protagonista anche agli Europei con l’Italia di Spalletti e l’obiettivo del Napoli è evitare aste: ecco perché potrebbe andare in pressing nelle prossime settimane per chiudere l’affare prima che altri club possano innescare una corsa al rialzo del cartellino.

Impostazioni privacy