“De Zerbi ha detto sì al Milan”: l’annuncio che sconvolge il mercato

Anche Roberto De Zerbi è finito nella lunga lista dei possibili allenatori del Milan per l’anno prossimo: il tecnico ex Brighton pronto a dire sì ai rossoneri

Manca solo una partita, contro la Salernitana e a San Siro, per chiudere la stagione del Milan, non proprio la migliore che i rossoneri potessero vivere. Nell’occasione, il pubblico di casa avrà la possibilità di salutare tre dei suoi protagonisti degli ultimi anni: Olivier Giroud, Simon Kjaer e anche Stefano Pioli.

De Zerbi ha dato disponibilità al Milan
De Zerbi sarebbe pronto a subentrare a Stefano Pioli (LaPresse) – controcalcio.com

Nonostante, infatti, dopo la gara persa contro il Torino l’allenatore parmense abbia specificato che non ha appuntamenti con la società per capire che ne sarà del suo futuro, tutti gli indizi portano a un addio anticipato (ha il contratto in scadenza nel 2025, ndr), e quindi anche alla ricerca di un sostituto.

Di questo ne stiamo parlando ormai da mesi, e di nomi se ne sono fatti a bizzeffe tra Antonio Conte, Sergio Conceiçao, Paulo Fonseca e chi più ne ha, più ne metta. A questi, secondo quanto rivelato sia da Damiano Er Faina, sia dalla Gazzetta dello sport, si deve aggiungere anche quello di Roberto De Zerbi, che ieri ha concluso la sua avventura al Brighton con una sconfitta contro il Manchester United.

Per il Milan c’è anche De Zerbi: “L’allenatore accetterebbe ‘ieri’”

Su X, il padrone di casa di Controcalcio, trasmissione sportiva più seguita su Twitch in Italia, ha infatti scritto che De Zerbi ha dato disponibilità al Milan. Se qualcuno decidesse di prenderlo, l’allenatore accetterebbe ‘ieri’”.

De Zerbi ha dato disponibilità al Milan
Si attende la scelta del Milan per l’arrivo di De Zerbi (LaPresse) – controcalcio.com

Nei fatti, però, nessuno avrebbe contattato l’ex Sassuolo, per lo meno non dopo la notizia che le strade del tecnico e quelle del Brighton si sarebbero divise a fine stagione. Prima sì, qualcuno della dirigenza ci aveva fatto un pensierino, ma c’era da pagare una clausola rescissoria di 15 milioni di euro che era considerata troppo.

Con il cambio di scenario dal punto di vista economico, sono cambiate quindi anche le possibilità di vederlo come prossimo mister della squadra rossonera, anche se in pole position rimane comunque il portoghese ex Roma, che a fine stagione, a meno di clamorosi ribaltoni, vedrà scadere il suo contratto con il Lille che, per altro, ha perso proprio ieri ha perso l’accesso diretto alla prossima edizione della Champions League pareggiando in casa contro il Nizza.

Impostazioni privacy