“Non è colpa di Mourinho”: polemica in diretta, è una furia (Video)

José Mourinho nuvamente citato in diretta: scoppia la polemica, arriva la difesa nei confronti del portoghese

Due punti nelle ultime tre giornate, una sola vittoria nelle ultime cinque: la Roma ha rallentato notevolmente nelle ultime giornate dopo la sfavillante cavalcata iniziata con l’avvento di Daniele De Rossi in panchina. I giallorossi sembrano crollati: l’eliminazione nella semifinale di Europa League contro il Bayern Leverkusen ne è un’altra dimostrazione.

Non è colpa di Mourinho: olemica in diretta
Polemica in diretta: c’entra Mourinho (Ansa Foto) – Controcalcio

I giallorossi hanno sfiorato l’impresa ma poi sono crollati al cospetto dei campioni di Germania. E nell’ultima giornata di campionato è pure arrivato il ko nello scontro diretto con l’Atalanta: una sconfitta sanguinosa perché gli orobici sono ora a +3 – con una gara in meno – sulla Roma ed a Lukaku e compagni non resterebbe che l’Europa League, con il sogno Champions League infranto.

Le ultime due gare saranno decisive: la Roma dovrà vincerle entrambe e sperare che l’Atalanta possa toppare per chiudere nelle prime cinque posizioni. Solo così i giallorossi potranno staccare il pass europeo che, all’arrivo di De Rossi in panchina, sembrava pura utopia.

Roma, scontro in diretta per Mourinho e De Rossi

Intanto negli studi di ControcalcioTv, nella nota trasmissione sul canale Twitch, si è analizzato il momento della formazione giallorossa. E Luca Cohen è apparso piuttosto “caldo” sull’argomento, considerato come l’influencer abbia difeso a spada tratta Mourinho.

Finché la Roma andava bene e vinceva è stato merito di Daniele De Rossi: la bacchetta magica, ha fatto i miracoli” ha iniziato la sua invettiva Cohen. “Quando va male è perché la squadra l’ha fatta Mourinho. C’è una via di mezzo, non può essere sempre così” ha poi tuonato.

Daje Ale, noto tifoso giallorosso, ha detto la sua in diretta. “La Roma ha una squadra forte, l’ha dimostrato con il Milan. I giallorossi, contro la formazione di Stefano Pioli lo hanno dimostrato. Ma dopo la sfida contro i rossonerigiocata al giovedì ed in inferiorità numerica per 70′è accaduto che dopo tre giorni ha sfidato il Bologna“.

Daje Ale ha quindi puntato il dito contro il calendario o, comunque, contro i troppi impegni ravvicinati. “La Roma, dopo il Milan, è finita. Pellegrini e compagni sono poi andati ad Udine per giocare 20′, poi hanno sfidato il Napoli che è una squadra forte, poi ha giocato con il Bayer Leverkusen, una delle formazioni più forti della storia del calcio, poi c’è stata la Juventus ed infine l’Atalanta“.

Impostazioni privacy