Cessione Inter, scade la deadline: arrivano le firme, Zhang è costretto

La cessione dell’Inter è un argomento costante nel mondo nerazzurro: ora Zhang deve correre immediatamente ai ripari per evitare grossi guai.

I nerazzurri in campo e fuori stanno vivendo due realtà parallele: la squadra di Simone Inzaghi riga dritto ed è stata perfetta in questa stagione, portando due trofei importantissimi e soprattutto la seconda stella che significa tantissimo in termini storici. La dirigenza, invece, deve fare i conti con i problemi finanziari che sono sempre più pesanti e rischiano di creare grande caos da qui ai prossimi mesi.

Cessione Inter: giorni decisivi
Cessione Inter: scade la deadline (LaPresse) – controcalcio.com

La deadline per il futuro dell’Inter sta per scadere e molto presto si dovranno tirare le somme su ciò che è stato fatto e su ciò che c’è da fare per evitare ulteriori guai.

Cessione Inter, scade la deadline: settimana decisiva

Il futuro societario dell’Inter sta diventando un rebus sempre più difficile da risolvere per Steven Zhang e per tutto il mondo nerazzurro. La situazione finanziaria è da tenere sotto l’attento controllo degli esperti che si occupano della questione relativa al club perché ora stanno per scadere i termini previsti dal contratto.

Siamo entrati nella settimana decisiva per la cessione dell’Inter. Il contratto con Oaktree prevede la restituzione del prestito da 375 milioni entro il 20 maggio o ci sarà il pignoramento del club da parte del fondo americano che poi provvederà a cedere la società a nuovi proprietari.

Entro il weekend bisogna arrivare a una conclusione: Zhang non vuole cedere e per questo motivo ha trovato una via alternativa.

Inter-Pimco: Zhang firma un altro prestito

Il futuro dell’Inter passa dall’accordo che Steven Zhang sta siglando in questi giorni con il fondo americano Pimco per un prestito di 430 milioni di euro con cui riuscirà a ripagare il primo prestito di Oaktree. Secondo quanto riferisce La Gazzetta dello Sport, ci siamo quasi per le firme grazie a cui Zhang resterà presidente dell’Inter ancora per un po’.

I 430 milioni che arrivano ora andranno restituiti con i dovuti interessi entro il 2027, data entro la quale ci si aspetta un altro cambio di rotta e questa volta la cessione definitiva dell’Inter a nuovi investitori. In questo momento storico Zhang è costretto a firmare un altro prestito di questo spessore economico per evitare guai peggiori.

La settimana della verità è arrivata e ora si attendono i comunicati ufficiali per fare chiarezza una volta per tutte sul futuro del club nerazzurro.

Cessione Inter: la mossa di Zhang
Cessione Inter: Zhang prende nuovi contatti (LaPresse) – controcalcio.com

Chi compra l’Inter nel 2027: ci sono già indizi

Zhang resta il presidente dell’Inter fino al 2027. Tra tre anni ci sarà l’addio: è già nell’aria la separazione, non prima di aver migliorato ancora di più la rosa e aver portato qualche altro trofeo. Il 2027 sarà anche l’anno dell’addio di Beppe Marotta ai nerazzurri e quindi l’anno della rifondazione totale.

Zhang costretto a cedere l'Inter
Zhang accetta la cessione dell’Inter (LaPresse) – controcalcio.com

Ci sono già i primi indizi sui prossimi proprietari dell’Inter: ci sono gli sceicchi pronti a prendersi la scena del calcio italiano acquistando uno dei club più importanti di tutti e un pezzo di storia. Proprio con la cessione ai sauditi Zhang ripagherebbe il debito a Pimco e “incasserebbe” 500-600 milioni totali dalla vendita del club.

Impostazioni privacy