FIGC, nuovo terremoto: indagine per truffa, club nei guai

In FIGC scoppia un nuovo terremoto, dal momento che un club finisce sotto indagine e sotto la lente delle autorità per truffa. I rischi sono enormi per la società e si tratta di un vero e proprio fulmine a ciel sereno. Andiamo a vedere i risvolti di questa vicenda e che cosa sta succedendo.

Il mondo del calcio italiano sta facendo i conti con una situazione davvero molto delicata. Sia in termini economici che finanziari. Le difficoltà delle società si manifestano in tanti settori ed in tanti ambiti, dal momento che è una crisi che è sia verticale che orizzontale. In tal senso, un nuovo scandalo scuote il nostro movimento, che di certo non aveva bisogno di situazioni simili.

Un club, infatti, è finito sotto la lente di ingrandimento delle autorità per una manovra che è apparsa essere sin da subito molto discutibile e soprattutto sospetta. In tal senso, è partita ovviamente l’indagine e l’accusa è di quelle gravi. Si tratta di una truffa ed anche in questo caso, come sempre accade nel calcio, è un affare milionario.

Indagine per truffa
Club nei guai, indagine per truffa (Controcalcio.com)

FIGC, nuovo terremoto: indagine avviata

Dietro grandi operazioni ci sono spesso quanto meno dei grandi sospetti. Ed in alcuni casi anche delle grandi truffe, come si sospetta che sia avvenuto nel caso specifico preso in esame. Il caso in questione è stato aperto dalla Procura di Roma ed ora rischiano di cambiare tante cose.

I riflettori sono puntati sulla cessione della Sampdoria da Ferrero a Radrizzani e Manfredi. L’operazione, infatti, come spiega oggi “Repubblica“, è stata condotta dall’allora amministratore Ienca, uomo di fiducia di Ferrero che, però, prima di accordare il suo sì definitivo a questo affare, era stato sfiduciato dal Consiglio di Amministrazione. L’accusa, dunque, è che Ferrero sia stato truffato, con la società che sarebbe stata ceduta senza il suo lasciapassare.

Cessione Sampdoria, Ferrero nei guai
Cessione Sampdoria, il club nei guai: indagine per truffa (Controcalcio.com)

Cessione Sampdoria, c’è la svolta: sospetto di una truffa

La denuncia da cui poi è partita l’indagine della Procura è stata avviata su segnalazione, ovviamente, di persone vicine a Massimo Ferrero, che ancora in questi mesi è tornato spesso a parlare di questa vicenda in maniera polemica.

Chiaramente la situazione andrà dimostrata nelle sedi opportune, ma il sospetto, tenendo conto che Ienca è rimasto in società ed è ora uno degli uomini di fiducia anche della nuova proprietà. La situazione è incandescente ed ora c’è fretta di conoscere la verità.

Impostazioni privacy