La frecciata di Allegri scatena il caos: la frase che ha spaccato la Juve

Prima della partita contro la Roma, Massimiliano Allegri ha parlato del dna della Juve, parole che hanno diviso la tifoseria bianconera

Roma-Juve è sicuramente la partita di cartello della 35esima giornata di Serie A. Fondamentale per la corsa alla Champions League dei giallorossi, un po’ meno per i bianconeri di Massimiliano Allegri, la sfida ha un fascino tutto suo, come se due filosofie di tifo, e quindi di vita, si scontrassero.

Le parole di Allegri che hanno diviso i tifosi
Alcune parole di Allegri in conferenza stampa hanno stupito i tifosi (LaPresse) – controcalcio.com

Proprio di questo, nei fatti, ha parlato il tecnico livornese in conferenza stampa. A domanda diretta, infatti, su come Daniele De Rossi abbia riportato alla Roma la ‘romanità’ e su quanto, invece, l’allenatore bianconero incarni l’ideale di ‘juventinità’, Allegri ha spiegato nuovamente cosa sia il dna della Vecchia Signora. Un qualcosa che, ha detto, “difficilmente cambierà. Può essere modellato, ma non cambiato. Il Dna di ogni società va rispettato”.

Ammesso e non concesso – proprio a livello biologicamente calcistico – che esista un dna della Juve, per molti commentatori sui social le parole del mister bianconero erano una frecciata, neanche troppo velata, a chi invece vorrebbe che, al di là dei risultati, si vedesse anche altro in campo, uno su tutti: il direttore sportivo Cristiano Giuntoli.

Le parole di Allegri sul dna della Juve dividono i tifosi bianconeri

Ma se queste sono interpretazioni o meglio: congetture, ai tifosi su X non è sfuggito il fatto che se per ideale della Juve, così come declamato da Allegri, si intenda il dover vincere a qualsiasi costo qualsiasi partita.

Le parole di Allegri che hanno diviso i tifosi
Dopo le dichiarazioni, si è scatenato un putiferio sui social (LaPresse) – controcalcio.com

Da quando è tornato sulla panchina dei bianconeri il mantra è stato sconfessato del tutto, o quasi considerato che c’è ancora una finale, quella di Coppa Italia, da giocarsi per la squadra.


Certo, poi c’è anche chi il tecnico ancora lo difende, e non comprende come venga accusato di tutti i mali del mondo.

Insomma, una semplice domanda in conferenza stampa è diventata ancora una volta l’occasione per scatenare polemiche, ma stavolta potrebbe essere una delle ultime. Che si rifaccia al dna Juve o meno, la società sembra aver fatto la sua scelta: addio ad Allegri e si prepara Thiago Motta, ma vedremo se sarà il passaggio corretto.

Impostazioni privacy