Caos calendari, duro scontro: “Sono pronto a scendere in piazza”

Mancano quattro giornate alla fine del campionato, ma la Lega Serie A deve ancora giocare a tetris con i vari impegni delle squadre e non solo: il caso calendari accende la diretta

Il tour de force per la Champions League, quello che qualcuno ha chiamato un mini campionato nel campionato, è davvero entrato nel vivo. Al netto della qualificazione già certa dell’Inter scudettata e del Milan, rimangono tre posti per diverse pretendenti.

Caos calendari per la Roma
La Roma ha chiesto di rinviare la finale di Coppa Italia (LaPresse) – controcalcio.com

La Juventus, che di fatto raggiungerebbe l’obiettivo della stagione, è quella più avanti di tutte grazie ai suoi 65 punti, il Napoli, che di punti ne ha portato a casa 15 in meno, ha le speranze ridotte al lumicino. Nel mezzo ci sono il Bologna (63 punti), la Roma (59), la Lazio (55), e l’Atalanta (57) e la Fiorentina (50), che devono recuperare anche una partita.

Ecco, al netto della sfida rimandata per il malore di Joe Barone che dovrebbe essere giocata il 2 giugno, gli incastri per le ultime quattro sfide della nostra Serie A stanno facendo discutere non poco, soprattutto sulla sponda giallorossa del Tevere, che ha chiesto alla Lega di Lorenzo Casini di avere un occhio di riguardo per la squadra di Daniele De Rossi, impegnata anche nelle semifinali di Europa League, concedendo di giocare il match contro i bergamaschi il 13 maggio anziché il 12.

Daje Ale contro i calendari: “Se non spostano la finale di Coppa Italia, scendo in piazza”

Occhio di riguardo che, però, non hanno avuto. L’Atalanta, infatti, non è in corsa solo per accaparrarsi (potenzialmente) l’ultimo posto per la Champions League dell’anno prossimo passando dal campionato, ma anche per la finale di Europa League e un trofeo, ovvero la Coppa Italia contro la Juventus. Proprio in base a tutti questi impegni la richiesta della Roma non è stato accolta.

Caos calendari per la Roma
Daniele De Rossi è atteso a un tour de force da qui a fine stagione (LaPresse) – controcalcio.com

Il giorno X in cui la squadra di Gian Piero Gasperini potrebbe trionfare per la prima volta nella sua storia è stato fissato per il 15 maggio (e lo si sa da mesi), tre giorni dopo la sfida contro i giallorossi a Bergamo, e qualche giorno più tardi del ritorno della semifinale della seconda competizione Uefa, che però gli orobici giocheranno al Gewiss Stadium, mentre gli uomini di Daniele De Rossi dovranno affrontare in Germania contro il Bayer Leverkusen.

“Se non spostano la finale di Coppa Italia a fine campionato o al giovedì, o scendo in piazza”, ha detto Daje Ale nella diretta di Controcalcio su Twitch.

Impostazioni privacy