Milan, Ibrahimovic ai ferri corti con la dirigenza: colpo di scena

Tensioni in casa Milan che potrebbero portare, clamorosamente, all’addio di Zlatan Ibrahimovic: cosa sta succedendo

Per il Milan, è in arrivo una ennesima rivoluzione, anche se potrebbe avere dei risvolti decisamente imprevisti. Nel nuovo tourbillon di nomi attorno al Diavolo, tra la ricerca di un nuovo allenatore e gli innesti di mercato, l’addio più sorprendente potrebbe essere quello di Zlatan Ibrahimovic, incredibile ma vero.

Milan, Ibrahimovic e la rottura con la dirigenza
Zlatan Ibrahimovic, addio al Milan dopo pochi mesi? Lo scenario incredibile (fonte: © LaPresse) – Controcalcio.com 

 

Lo svedese era stato acclamato a gran voce da tutto l’ambiente come nuovo volto dirigenziale del Milan. Un approdo che si è effettivamente concretizzato, con una figura non di semplice rappresentanza ma molto più incisiva. Di fatto, Ibrahimovic è il vero numero due di Cardinale e come tale si sta comportando, mettendo a disposizione del club non soltanto il suo carisma e la sua presenza nei rapporti con lo spogliatoio, ma agendo come un dirigente con tutti i crismi.

Un volto, quello di Ibrahimovic, che avrà un suo peso, o potrebbe averlo, soprattutto per quanto riguarda il nuovo allenatore. Ormai scontata la separazione da Stefano Pioli al termine della stagione, dopo quasi cinque anni. Il tecnico emiliano non è riuscito a raggiungere nemmeno l’ultimo obiettivo di questa annata, l’Europa League, e non gli basterà portare eventualmente il Diavolo al secondo posto in classifica.

Su Pioli pesa anche l’onta dei sei derby di fila persi, per rilanciarsi per il futuro si ripartirà da una figura differente. Ma le visioni in seno alla dirigenza non collimano per niente e i summit previsti nei prossimi giorni potrebbero essere decisivi, nel bene e nel male.

Ibrahimovic allo scontro per il nuovo allenatore: si va verso la rottura

Ci sono differenze enormi tra la visione portata avanti dall’ad Furlani, che gradirebbe un allenatore di tipo ‘prospettico’, e quella di Ibrahimovic, che invece vorrebbe un nome per puntare a vincere senza se e senza ma.

Ibrahimovic e il Milan, rottura sull'allenatore
Zlatan Ibrahimovic vuole voce in capitolo per l’allenatore del Milan: il muro contro muro potrebbe essere fatale (fonte: © LaPresse) – Controcalcio.com

 

Non è un caso che il nome maggiormente sponsorizzato dallo svedese sia quello di Antonio Conte. O, in alternativa, quello di un ‘suo’ uomo, alla Mark Van Bommel. Come detto, però, non c’è accordo e l’ago della bilancia sarà verosimilmente Cardinale.

Stando a quanto riportato da ‘Sport Mediaset’, il confronto si preannuncia piuttosto acceso. E se Ibrahimovic non dovesse riuscire a far valere le sue ragioni, potrebbe anche optare per una scelta clamorosa e farsi da parte, vedendo messa in discussione la sua autorevolezza.

Impostazioni privacy