Effetti collaterali da vaccino: “Mi ritiro a 29 anni”, la denuncia shock

La denuncia nel mondo del calcio è scioccante, per il ritiro annunciato quest’oggi e con accuse gravissime ai danni dell’azienda farmaceutica. 

L’Italia e il panorama mondiale ha vissuto un evento, negli anni recenti, che è entrato di diritto nella storia del mondo per quanto accaduto sulla pandemia globale e che ha spinto anche il calcio a fermarsi.

Denuncia shock nel calcio sul vaccino anti-Covid
Vaccino Covid-19 Pfizer – ControCalcio (ANSA foto)

Un mondo come quello del calcio, così come l’intera popolazione globale, costretta a vaccinarsi per poter ripartire, con il virus che è stato debellato e che oggi, al contrario di quanto si potesse pensare, ci ha permesso di poter riprendere in mano la vita di tutti i giorni. Tra i negazionisti e chi ha invece la propria idea inerente al vaccino anti-Covid, spunta fuori anche la denuncia da parte di un calciatore che ha dovuto smettere a giocare, a soli 29 anni, a causa proprio degli effetti collaterali che avrebbe denunciato dopo la somministrazione del vaccino Pfizer.

Vaccino anti-Covid come causa del ritiro: denuncia shock nel calcio

Il mondo del calcio, ad alti livelli, è sotto shock per quanto dichiarato da chi è oggi un ex calciatore – a detta sua – per colpa del vaccino anti-Covid.

Una denuncia a dir poco clamorosa e sulla quale risponderà, per vie legali, la stessa casa farmaceutica Pfizer. Il motivo del suo allontanamento dal calcio, infatti, sarebbe ricondotto agli effetti collaterali dovuti al vaccino, secondo quanto denunciato dall’ormai ex attaccante del Laval, in Ligue 2, che sarebbe l’equivalente della nostra Serie B.

La denuncia arriva infatti dalla Francia, precisamente da Francois-Xavier Fumu Tamuzo, attaccante del Laval che oggi ha annunciato l’addio dal mondo del calcio. I motivi del suo ritiro sono legati ai continui infortuni ma, secondo lo stesso calciatore, sarebbero solo una conseguenza al vaccino somministrato, portando addirittura in Tribunale aziende come Pfizer e BioNTech, con l’udienza che si terrà nel corso di quest’estate.

“Mi ritiro per colpa del vaccino”, scoppia il caos dopo il ritiro del giocatore

Porta in Tribunale l’azienda farmaceutica che ha prodotto i vaccini, somministrati obbligatoriamente nel corso della pandemia. Fedelissimo no-vax, il calciatore Francois-Xavier Fumu Tamuzo è sicuro: si è ritirato dal calcio per colpa del vaccino anti-Covid. Tutto ciò ha fatto scoppiare un caos totale in Francia, con il mondo della Ligue 1 e Ligue 2 che vede protagonista lo stesso Tamuzo nella guerra legale che vivrà con l’azienda farmaceutica.

Tamuzo del Laval ha annunciato il suo ritiro dal calcio giocato
Tamuzo Laval – ControCalcio (fonte foto: Instagram guccifiix)

Le parole contro il vaccino di Tamuzo, ex attaccante del Laval

Ai microfoni de Le Parisien, l’ormai ex attaccante del Laval, ha infatti così commentato il suo ritiro: “Incredibile pensare che da un po’ di tempo a questa parte mi trovo in una situazione dove se faccio jogging sono stanco, quando cammino a lungo mi fa male ovunque. C’è qualcosa che non funziona più nel mio corpo, sono preoccupato…”

Vaccino anti-Covid, il calciatore denuncia l'azienda
Vaccino anti-Covid – ControCalcio (ANSA foto)
Impostazioni privacy