“Pioli verrà esonerato”: c’è la certezza dell’addio al Milan

Stefano Pioli con certezza il prossimo anno non sarà l’allenatore del Milan, motivo per il quale i rossoneri sarebbero alla ricerca di un sostituto

Stefano Pioli, l’allenatore del Milan, si è giocato il suo futuro. Lo ha fatto nel derby perso contro l’Inter che ha consegnato lo scudetto e la seconda stella ai nerazzurri, e lo ha fatto nella doppia sfida dei quarti di finale di Europa League contro la Roma, persa anche quella e senza possibilità di appello.

Deciso l'addio di Pioli al Milan
Pioli è sempre più vicino all’addio al Milan (LaPresse) – controcalcio.com

Se, infatti, il filotto di vittorie consecutive tra campionato e coppe aveva fatto sperare i tifosi del Diavolo di una rimonta, ma soprattutto aveva messo a tacere le voci di un possibile esonero del parmense a fine stagione, l’aver fallito, a fine aprile, tutti gli obiettivi che ci si era posti ha contribuito, secondo quanto riferito da Fabrizio Romano, a far perdere davvero il posto al tecnico per il prossimo campionato.

E questo nonostante le dichiarazioni post partita dello stesso Pioli e anche del direttore sportivo del Milan, Giorgio Furlani, che di fatto non avevano fatto trapelare che la società di via Aldo Rossi stesse davvero pensando a un avvicendamento in panchina per l’anno calcistico che verrà.

Romano è sicuro: “Pioli verrà esonerato a fine stagione, Milan alla ricerca di un nuovo allenatore”

Ecco, a proposito di questo, il giornalista esperto di calciomercato ha precisato anche che il Milan, di fatto, è già al lavoro per trovare un sostituto di Pioli. Ormai, dunque, non ci sono più dubbi sull’addio del tecnico di Parma ai rossoneri, ma la dirigenza è sicura di non esonerarlo subito dopo il derby per centrare comunque il secondo posto.

Deciso l'addio di Pioli al Milan
Sarri è tra i nomi che potrebbero sostituire Pioli (LaPresse) – controcalcio.com

Ad ogni modo, è già partito il casting per capire chi ci sarà in panchina l’anno prossimo. Occhio ad Antonio Conte, come hanno sottolineato a più riprese Damiano Er Faina e Luca Cohen a Controcalcio. Intrigano anche diversi interpreti stranieri: Lopetegui si sta allontanando, ma resistono le ipotesi Amorim e Conceicao.

Sullo sfondo ci sono anche Sarri ed Emery, che piace per esperienza internazionale e il modo di far giocare la squadra. Il candidato ideale è tra questi. Furlani, Moncada e Ibrahimovic esporranno la loro idea a Cardinale e alla fine si procederà con i passaggi  burocratici, cercando di aprire un nuovo ciclo.

Impostazioni privacy