“Rinnovo Inzaghi rimandato”: come stanno davvero le cose

Nonostante l’ottimo lavoro che sta svolgendo, ancora non è arrivata la firma sul rinnovo di contratto con l’Inter per Simone Inzaghi, ma c’è un motivo ben preciso

Settantasei punti in 29 partite, settantuno gol fatti e solo 14 subiti, l’Inter di Simone Inzaghi, non è una novità, è molto lanciata per raggiungere la seconda stella da appuntarsi al petto dall’anno prossimo in poi.

Il punto sul rinnovo di Inzaghi
Il rinnovo di Inzaghi con l’Inter non è ancora cosa fatta (LaPresse) – controcalcio.com

Lo è perché di fatto nessuna di quelle che dovevano minare a questo obiettivo è stata in grado di reggere il passo dei nerazzurri – prima si è defilato il Milan, poi la Juve ha avuto un crollo -, ma lo è anche e soprattutto per merito dell’allenatore piacentino che sta facendo giocare la squadra come raramente era capitato nella storia del club.

Nonostante questo, però, come ha detto Damiano Er Faina nella diretta di Controcalcio su Twitch, l’ex tecnico della Lazio non ha ancora firmato il rinnovo di contratto – al momento, è in scadenza nel 2025. Niente di preoccupante, per carità. Come vi avevamo già raccontato, infatti, un preaccordo tra l’Inter e Inzaghi per un prolungamento del matrimonio c’era già, ma di fatto nulla si è ancora concretizzato. Ma per quale motivo?

Er Faina rivela perché Inzaghi non ha ancora firmato il rinnovo di contratto con l’Inter

Stando alle informazioni in possesso del padrone di casa della trasmissione calcistica, “non è stato affrontato, a oggi, nessun discorso da Inzaghi e dall’Inter per il rinnovo. Ma questo – ha continuato Er Faina – non vuol dire nulla”. Anzi: “Vuol dire semplicemente che il mister è concentrato, focalizzato sull’obiettivo, che è chiaramente lo scudetto e quello di far mettere la seconda stella all’Inter”.

Il punto sul rinnovo di Inzaghi
Inzaghi ora è totalmente concentrato sul campo, c’è tempo per il futuro (LaPresse) – controcalcio.com

Secondo l’influencer romano, quest’obiettivo, se venisse centrato specialmente prima che lo facciano i cugini del Milan, porterebbe il tecnico piacentino a entrare di diritto nella storia del club. E ci mancherebbe: vincere venti scudetti non è per nulla un gioco da ragazzi e, se questo avvenisse, i nerazzurri sarebbero solo la seconda squadra a farlo in Italia – la prima è stata la Juve nella stagione 1981-82.

Tornando alla questione rinnovo, per Inzaghi comunque si dovrebbe trattare semplicemente di una formalità, a meno certo di cataclismi. E sarà, in ogni caso, un successo per i nerazzurri che dovranno.

Impostazioni privacy