“Tutto merito di Inzaghi”: l’Inter passa all’incasso

L’Inter prosegue il cammino verso la seconda stella e parte del merito è di Inzaghi che, però, non viene elogiato solo per questo

Al netto dell’inciampo in Champions League – quasi letterale -, l’Inter di Simone Inzaghi, in Serie A, prosegue il suo cammino verso lo scudetto. Forte dei 14 punti di distanza dal Milan (addirittura 17 dalla Juve), infatti, i nerazzurri dovrebbero vincere le prossime cinque partite per raggiungere con qualche giornata d’anticipo il sogno della seconda stella, battendo sul tempo, quindi, anche i cugini.

Nuovo scontro su Inzaghi in diretta
I meriti di Inzaghi all’Inter hanno un chiaro riflesso economico (LaPresse) – controcalcio.com

Certo, non è ancora detta l’ultima parola, e considerato quanto è imprevedibile il calcio è meglio aspettare prima di dare qualcosa per già fatto, ciononostante parte del merito di questi trionfi sono stati attribuiti all’allenatore piacentino che, per qualcuno, però, non sta riscuotendo successi solo sul campo.

La società, e in particolare il presidente Steven Zhang, non stanno vivendo un momento proprio semplice, ma nonostante questo nell’ultimo bilancio approvato dal cda, ovvero quello riferito al semestre che si è concluso il 31 dicembre 2023, l’Inter ha un utile di 22 milioni, ovvero il 35% in più rispetto alla passata stagione.

“Anche il fatturato positivo dell’Inter è merito di Inzaghi”. E scoppia il caos in diretta

Ad affermare che anche questi risultati positivi provengano dalla buona gestione della squadra di Inzaghi è stato Damiano Er Faina nella diretta di Controcalcio su Twitch. Per il padrone di casa e influencer romano, infatti, “con pochissimi soldini messi sul mercato, Inzaghi ha fatto un miracolo, e porta soldi nelle casse dell’Inter non come Conte che invece li toglieva”.

Nuovo scontro su Inzaghi in diretta
Marotta ha svolto un ottimo lavoro dirigenziale, lo dimostrano i numeri (LaPresse) – controcalcio.com

Un’affermazione che ha ricevuto dei feedback negativi specialmente da Luca Cohen, tifoso del Milan. Per lui, infatti, il merito di questi numeri positivi nel bilancio dei nerazzurri non è da attribuire tanto all’ex tecnico della Lazio, ma all’amministratore delegato, Beppe Marotta.

Guardando bene i conti, in effetti, molti dei ricavi sono arrivati dalle cessioni, nella finestra di calciomercato estiva, di Andrè Onana e Marcelo Brozovic, e anche del cambio dello sponsor – si è passati dall’insolvente Digitalbits a Paramount+.

Guardando bene i conti, ancora, l’eliminazione a opera dell’Atletico Madrid agli ottavi di Champions League, così come lo stop al cammino in Coppa Italia, potrebbero vanificare gli sforzi. O forse no. Dopo tutto c’è un campionato da vincere, e in bacheca, per quest’anno, è stato già messo un trofeo: la Supercoppa italiana, quella di Ryad.

Impostazioni privacy