Terremoto in Federcalcio: 2 anni di carcere per il presidente

In Federcalcio scoppia un autentico terremoto. Il presidente adesso si trova seriamente nei guai dal momento che a processo è arrivato un duro colpo. Due anni e mezzo per il reato commesso ed una carriera nella politica del calcio che finisce qui. Andiamo a ricostruire i dettagli di questa delicata e complicata vicenda.

Il mondo del calcio, sin dalla notte dei tempi viene da dire, viene ciclicamente scosso da terremoti e da scandali che finiscono per travolgerlo. Ed anche per andare a deturpare, per così dire, il viso ad una delle discipline sportive più amate e giocate al mondo. L’ultimo caso esploso in ordine di tempo è quello relativo al calcio scommesse che ha travolto tanti calciatori, a partire dagli italiani Tonali e Fagioli. In tal senso, però, quanto accaduto stavolta ha davvero del clamoroso. Il presidente finisce seriamente nei guai dal momento che sono stati chiesti per lui due anni e mezzo di carcere. Andiamo a vedere perché ed a ricostruire quanto è accaduto.

Federcalcio, presidente nei guai
Federcalcio, scoppia un autentico terremoto: il presidente finisce nei guai, per lui due anni e mezzo di carcere (Controcalcio.com)

Federcalcio, terremoto: carcere per il presidente

Quando il presidente di una Federcalcio, in ogni angolo del mondo, viene travolto da uno scandalo, è sempre una sconfitta per l’intero sistema calcio. E stavolta per il profilo in questione arriva un duro colpo, dal momento che c’è un concreto rischio di 2 anni e mezzo di reclusione.

Il caso in questione è quello noto legato a Luis Rubiales, ex numero uno della Federcalcio spagnola e dimessosi dopo il bacio (non consensuale) dato alla calciatrice Hermoso durante i festeggiamenti successivi alla vittoria del Mondiale. Ora, secondo Marca, l’accusa ha chiesto per lui, nell’ambito del processo penale, due anni e mezzo di carcere.

Ex presidente Rubiales nei guai
L’ex Federcalcio della Nazionale spagnola finisce nei guai per il caso del bacio: chiesti due anni e mezzo di carcere (Controcalcio.com)

L’ex presidente Rubiales nei guai: chiesti due anni e mezzo di carcere

Contro di lui, inoltre, c’è anche un capo di accusa altrettanto grave nell’ambito di un altro processo. In questo caso, l’imputazione è legata ad una accusa di riciclaggio di denaro legato alla Supercoppa in Arabia Saudita. Chiaramente, trattandosi di due processi separati, anche le sentenze saranno slegate tra di loro. Inoltre, nel caso Hermoso, tra i provvedimenti chiesti c’è anche il divieto di avvicinamento alla calciatrice entro 200 metri. Insomma, il processo entra nel vivo ed ora per Rubiales sono guai.

Impostazioni privacy