Balotelli in Nazionale? L’annuncio in diretta scatena il caos

Mario Balotelli resta un nome che intriga per il calcio italiano e la Nazionale: l’ultimo annuncio in diretta scatena le discussioni

La Nazionale italiana convive con un problema che rischia di diventare atavico per gli Azzurri: la presenza di un bomber titolare davvero convincente in grado di bruciare la concorrenza e imporsi stabilmente nel cuore del reparto offensivo. Ci ha provato Giacomo Raspadori, Ciro Immobile, ora Mateo Retegui sembra in pole con Gianluca Scamacca a inseguire, ma senza che nessuno convinca davvero.

Il punto su Balotelli e il ritorno in Nazionale
Alcuni vorrebbero Balotelli ai prossimi Europei con l’Italia (LaPresse) – controcalcio.com

Gli Europei sono alle porte e ancora Luciano Spalletti ha dubbi su dubbi su chi possa essere il calciatore migliore da schierare in quella posizione, nella speranza che possa portare il gioco e il bottino di gol necessario per garantire una buona competizione per l’Italia. Eppure, un’ipotesi affascinante e che negli anni non si è mai sopita è quella che conduce a Mario Balotelli.

L’ex Inter è a disposizione dell’Adana Demirspor, e anche in Turchia ha faticato a trovare continuità, ma quando l’ha avuta, ha fatto davvero molto bene. Nelle 10 partite giocate fino a questo momento ha realizzato sei gol, con un media spaventosa di un gol ogni 76 minuti – nella maggior parte dei casi è stato schierato a partita in corso.

Damiano Er Faina lancia Balotelli per l’Italia: il punto in diretta

La nuova vita di Balotelli a 33 anni, cioè quella del subentrante, sembra intrigare non poco Damiano Er Faina, che è suo amico ed estimatore calcistico. Durante la diretta di Controcalcio su Twitch, ha detto senza mezzi termini: “Noi diciamo sempre che in Italia manca l’attaccante, ma al posto di convocare Lorenzo Lucca, potrò dire che è meglio venga convocato Mario per giocare 10 minuti?”.

Il punto su Balotelli e il ritorno in Nazionale
Spalletti non sembra avere intenzione di considerare Balotelli (LaPresse) – controcalcio.com

A questa domanda retorica, risponde subito Luca Cohen con un secco no, sostenendo che in Nazionale debbano andare i migliori della stagione in corso, non per meriti tecnici passati. A quel punto, Coccia inizia a snocciolare dei numeri molto interessanti: “Ha fatto un gol ogni 76 minuti in Turchia, con sei reti all’attivo”.

Insomma, i pareri sono discordanti e il caso resta aperto, con la certezza che, a questo punto, sia davvero difficile tornare a vedere ancora una volta Balotelli con la maglia dell’Italia. E ci mette anche un po’ di tristezza, lo ammettiamo.

Impostazioni privacy