“Juve? Non è adatta a me”: bocciatura clamorosa dal calciatore

Il calciatore sembra declinare l’offerta e boccia la Juve e Allegri: ecco la spiegazione e i retroscena di mercato, anche su un altro club.

Un dubbio enorme, così grande da dividere la tifoseria, ma anche da cambiare la storia di Giuntoli nella sua avventura in bianconero.

juve non adatta bocciatura calciatore mercato
Massimiliano Allegri, allenatore della Juve (controcalcio.com) – LaPresse

Il futuro di Allegri è un’altalena di risultati e di punti interrogativi. Il secondo posto, che per lunghi tratti ha consentito alla Juve di lottare con l’Inter, sembrava una garanzia. Una certezza che anche negli annunci sembrava valere la fiducia al tecnico livornese, poi incappato in un periodo nero e nel sorpasso da parte del Milan.

Mentre il club valuta, smorza le polemiche e di recente ha fatto nuovamente sentire la fiducia all’allenatore, la tifoseria chiede una svolta. Nervosismi, tensioni e mancati risultati sono aspetti che condizionano la squadra e l’ambiente, ma anche le possibilità di investire. Se la qualificazione al Mondiale per club e quella vicina alla prossima Champions sono aspetti che possono gonfiare le casse, l’aspetto tecnico rischia di diventare un’ostacolo non da poco sul mercato.

Le parole affermate da un obiettivo di Giuntoli lasciano l’amaro in bocca e il motivo è da ricercare in una spiegazione tattica che potrebbe condizionare anche le scelte di altri calciatori nel mirino di Giuntoli.

“La Juve non ha uno schema per me”

Georgiy Sudakov è uno di quei calciatori nella lista di Giuntoli da anni. Ai tempi del Napoli il direttore ora alla Juve lo ha seguito, e lo ha rifatto anche a gennaio prima di incontrare ostacoli duri da superare.

sudakov boccia la juve calciomercato
Georgiy Sudakov con la maglia della nazionale ucraina (controcalcio.com) – LaPresse

Il calciatore ha infatti ammesso di aver ricevuto offerte ufficiali dal Napoli e dalla Juve, entrambe rispedite al mittente. Lo Shakhtar avrebbe rifiutato 40 milioni dai partenopei, spiegando anche al calciatore che la valutazione è più alta. Dal ritiro della nazionale, Sudakov ha svelato tutto. Anche un retroscena sulla Juve che fa riflettere.

“Quel rifiuto all’inizio mi ha turbato, ma ho compreso che posso dare di più e la mia valutazione può crescere”, ha ammesso, per poi chiarire che da queste considerazioni è nata la firma sul rinnovo. Sudakov è valutato almeno 50 milioni di euro ed ha ricevuto promesse su una possibile partenza in estate.

Si delinea quindi una sfida fra il Napoli, club che si è mosso concretamente, e la Juve, da tempo pronta ad intervenire. Il trequartista e all’occorrenza attaccante esterno resta un obiettivo fra i primi nella lista, ma le sue parole sono dirette. “La Juve? Quando si è interessata ho visto come gioca. Fanno un 3-5-2 che non è un modulo standard per me”.

Una sorta di bocciatura alle idee tattiche con cui Allegri porta avanti l’esperienza in bianconero, ma anche una timida apertura. “Il modo di giocare conta al 100% per la mia scelta futura, ma anche io devo diventare versatile”. Juve e Napoli sono quindi avvisate. Almeno 50 milioni e un modulo che possa valorizzare un calciatore pronto alla Serie A, ma solo ad alcune condizioni.

Impostazioni privacy