Elkann ha già deciso: Allegri non sarà più l’allenatore della Juve

Gli ultimi risultati negativi in campionato spingono Allegri verso l’addio alla Juventus. John Elkann ha già deciso: sarà divorzio

La qualificazione al Mondiale per club (e la certezza di incassare subito 50 milioni) non è bastata a far tornare il sorriso alla Juventus. L’attuale terzo posto in classifica, a -3 dal Milan secondo e con appena 5 punti di vantaggio nei confronti del Bologna, non soddisfa i vertici bianconera. La proprietà, in particolare, era convinta di poter battagliare per il titolo con l’Inter: da qui la delusione per gli ultimi risultati conseguiti in campo e la decisione, clamorosa, di allontanare Massimiliano Allegri al termine della stagione.

La Juve si separerà da Allegri
John Elkann ha deciso il destino di Allegri (LaPresse) – Controcalcio.com

Il tecnico è legato alla Vecchia Signora fino al 30 giugno 2025 e, di recente, ha fatto sapere di essere disposto a rimanere anche in assenza di un rinnovo onorando così, fino alla fine, l’accordo in essere. La società, dal canto suo, appare invece intenzionata a voltare pagina. Stando a quanto riportato da ‘Calciomercato.it’, John Elkann avrebbe infatti deciso di trasmettere una scossa all’ambiente e congedare l’allenatore originario di Livorno, in modo tale da puntare su un profilo diverso e aprire un nuovo capitolo della storia juventina.

Il divorzio, salvo sorprese, andrà quindi in scena tra qualche mese. A confermarlo è anche il fatto che il direttore sportivo Cristiano Giuntoli, da ormai diversi giorni, si è attivato al fine di scandagliare il mercato ed individuare un adeguato sostituto di Allegri. Due, in particolare, i nomi cerchiati in rosso nel taccuino del manager: parliamo di Thiago Motta e Raffaele Palladino, entrambi molto apprezzati per lo stile di gioco adottato e la capacità di valorizzare i giovani.

Juventus, Elkann ha deciso: Allegri andrà via

Il mister del Bologna, in tal senso, rappresenta la prima scelta tuttavia la concorrenza del Napoli, del Porto e del Barcellona obbligano Giuntoli ad avere pronto una soluzione di riserva. Il piano B in questione risponde proprio al nome di Palladino, ritenuto pronto per calcare palcoscenici più prestigiosi. I primi contatti sono già scattati, ora resta da vedere come proseguiranno le due trattative. Due, intanto, le cose certe: dalla short-list al vaglio di Giuntoli, ad esempio, è stato escluso Antonio Conte (poco gradito da Elkann).

La Juve si separerà da Allegri
Massimiliano Allegri non sarà più l’allenatore della Juve (LaPresse) – Controcalcio.com

La permanenza di Allegri, poi, durerà lo spazio di qualche altro mese. In seguito, arriverà il momento di separarsi (da capire se l’addio si consumerà tramite una buonuscita o la risoluzione del contratto). La Juve prepara la rivoluzione, che coinvolgerà pure la panchina. Il destino di Allegri, a prescindere dal piazzamento in campionato, è segnato.

Impostazioni privacy