“Acerbi va daspato”: la sentenza in diretta spiazza tutti

In attesa delle indagini, c’è qualcuno che ha già le idee chiare sulla sentenza che dovrebbe arrivare ad Acerbi dopo le presunte offese razziste a Juan Jesus

L’Inter, nella partita contro il Napoli, rischia di perdere molto più dei due punti lasciati sul campo, a opera (anche) di Juan Jesus. Il difensore della squadra di Francesco Calzona ha segnato il gol del pareggio per i partenopei, è vero, ma è stato anche vittima, ha scritto a chiare lettere in un post sui social, di un episodio di razzismo da parte di Francesco Acerbi.

Il caso Acerbi potrebbe portare a una dura squalifica
Francesco Acerbi potrebbe restare lontano dai campi per molto tempo (LaPresse) – controcalcio.com

Sarà la procura federale della Figc a esaminare il caso, cercando di capire se l’accusa nei confronti dell’ex Lazio ha fondamento, e soprattutto vada punita. La n word, come la chiamano negli Stati Uniti – in cui Acerbi, con la Nazionale di Luciano Spalletti, non andrà per decisione della Federcalcio.

Infatti, non è qualcosa che si può perdonare con una pacca sulla spalla, ma da regolamento, in particolare l’articolo 28 del Codice di Giustizia sportiva, il 36enne nerazzurro rischia dieci giornate di squalifica almeno, o addirittura qualcosa di più. Fabio Bergomi, nella diretta di Controcalcio su Twitch, ha detto che per lui sì, la pena deve essere più severa: deve essere daspato.

Bergomi contro Acerbi: “Per lui stesso trattamento riservato ai tifosi: deve essere daspato”

Per l’insider e tifoso dell’Inter, per Acerbi, se mai venisse accertato che effettivamente ha pronunciato la frase razzista nei confronti di Juan Jesus – verranno sentiti entrambi, così come verranno ascoltati anche alcuni loro compagni di squadra, uno su tutti Marcus Thuram -, dovrebbe essere messe in campo le stesse punizioni che vengono inflitte a chi va allo stadio a godersi la partita e si macchia di questi episodi razzisti.

Il caso Acerbi potrebbe portare a una dura squalifica
In attesa delle indagini, Fabio Bergomi ha dato il suo parere in diretta (LaPresse) – controcalcio.com

Come qualsiasi tifoso, secondo Bergomi, anche il difensore centrale della squadra di Simone Inzaghi dovrebbe essere allontanato per un periodo più o meno lungo dai campi di calcio, altrimenti, ha concluso, è una presa in giro anche nei confronti di chi, appunto, le emozioni del calcio le vive solo sugli spalti.

Daspo o non daspo (che comunque è parecchio difficile, se non impossibile gli venga comminato), il classe 1988 rischia di stare comunque tanto fuori dal rettangolo verde.

Impostazioni privacy