Esonero Allegri e ribaltone in panchina: la Juventus ha deciso

Juve, solo 7 punti nelle ultime 8 gare. Mai come a questo punto della stagione la panchina di Massimiliano Allegri rischia di saltare.

Praticamente nell’arco di 20 giorni la Vecchia Signora si è vista crollare tutte quelle certezze che hanno rappresentato essere la forza la sua nei primi mesi di campionato, facendo e non poco storcere il naso alla società, rimasta inevitabilmente delusa dal fatto che la squadra bianconera abbia mollato l’Inter, e dunque il sogno Scudetto, ancor prima del tempo.

Crisi Juventus, Allegri via subito
Juventus, numeri da incubo: Allegri rischia l’esonero (LaPresse) – controcalcio.com

Questo, dunque, potrebbe e non poco pesare sul futuro di Massimiliano Allegri, la cui conferma alla guida della Juventus anche nella prossima stagione non è poi più così sicura.

Juve in crisi, Tuttosport titola: “Max, fino a quando?”

E’ incredibile come in un mese la stagione della Juventus si sia completamente ribaltata. Dall’essere ad un punto di vantaggio sull’Inter, oggi la Vecchia Signora è addirittura a 17 punti dalla prima posizione in classifica. Si potrebbe cercare di giustificare in qualsiasi modo questo calo evidente della formazione bianconera, ma la reale motivazione potrebbe essere una: la squadra di Massimiliano Allegri non è ancora pronta a competere per lo Scudetto. 

La realtà dei fatti infastidisce e non poco soprattutto l’ambiente che, deluso dai risultati nell’ultimo mese, quasi per esasperazione al termine della partita di ieri contro il Genoa non ci hanno pensato più di due secondi a fischiare giocatori ed allenatore. Erano infatti 14 anni che la Juventus non registrava una sola vittoria in 8 partite, numeri che in passato furono da esonero. 

A fronte di questa tensione Tuttosport questa mattina ha titolato in prima pagina “Max, fino a quando?“, ponendo un quesito tutt’altro che scontato. In scadenza con la Juventus nel giugno 2025, fino a qualche mese fa Massimiliano Allegri era certo della sua permanenza sulla panchina bianconera anche nella prossima stagione, ma l’impressione è che senza secondo posto le cose dalle parti della Continassa potrebbero cambiare.

Juventus, la panchina di Allegri in bilico: scelto il sostituto

Qualora la Juventus dovesse continuare ad avere questo rendimento c’è il serio rischio che addirittura anche il terzo posto possa essere messo in discussione. Il Bologna ad oggi dista infatti solo 5 punti dalla Vecchia Signora, e basterebbe davvero un altro scivolone per aprire scenari che fino a qualche mese fa erano impensabili.

Se si dovesse continuare così, dunque, non è da escludere che la Juventus possa optare anche per un clamoroso esonero di Allegri a stagione in corso, anche se la mancanza di alternative valide portano a credere che questa possa essere una soluzione poco percorribile.

A fronte di questo la Vecchia Signora aspetterebbe direttamente la fine della stagione per cambiare allenatore, con Thiago Motta, Raffaele Palladino ed il sogno Zinedine Zidane i principali candidati a sostituire Massimiliano Allegri. Staremo a vedere.

Allegri rischia di non essere confermato nella prossima stagione
Juventus, Thiago Motta uno dei nomi in lizza per sostituire Allegri in panchina nella prossima stagione (Ansa foto) – controcalcio.com
Impostazioni privacy