Pioli, un’altra fatal Verona? Pronto un nuovo Milan per il rush finale

La sfida contro il Verona non sarà da sottovalutare per il Milan di Stefano Pioli, il tecnico è pronto a stravolgere i rossoneri.

Il Milan dovrà mantenere il secondo posto ma, allo stesso tempo, cercare di rilanciare qualche suo big importante per il finale di stagione. La gara del “Bentegodi” potrebbe dare notevoli indicazioni al mister, a patto di non sbagliare nelle scelte iniziali.

Pioli problemi per Verona
Il tecnico rossonero pensa a nuovi cambi (ansa foto) – controcalcio.com

Gli incubi del passato si fanno sentire, la sfida di Verona è sempre stata particolare nel corso della storia rossonera. Al “Bentegodi” il Milan perse di fatto due scudetti (nel 1973 con Rocco e nel 1990 con Sacchi), mentre in questo caso potrebbe invece smarrire qualche certezza accumulata a fatica nel corso del tempo.

Stefano Pioli valuta nuovi cambi, ha il compito di tenere tutti sulla corda. Il mister farà delle scelte nette, andando ad accantonare chi non è più in grado di dare il suo contributo, per puntare su uomini pronti e maggiormente scattanti in vista del rush finale.

Pioli deciso, ecco i cambi per il Milan

Gestire il campionato e l’Europa League non sarà facile. Quasi archiviata la posizione in Serie A per la prossima Champions League, conterà concentrarsi sull’Europa ma – allo stesso tempo – fare in modo che il campionato possa creare nuovi stimoli all’interno della rosa. In particolare, le novità potrebbero coinvolgere l’attacco con l’accantonamento definitivo di Olivier Giroud.

Pioli cambia il Milan
Olivier Giroud può tornare in panchina (ansa foto) – controcalcio.com

Una ipotesi che potrebbe interessare il Milan del presente e quello del futuro, il francese andrà via a giugno e volerà negli Usa. La forma degli ultimi periodi non è stata ottimale, a 37 anni Giroud sta tirando un po’ il fiato. Non c’è nessun rimprovero dell’ambiente verso un attaccante che ha dato tanto, ma da Verona probabilmente potrebbero esserci delle scelte definitive in attacco. Pioli punterà maggiormente su Okafor e sul rientrante Leao, che vorrà continuare a vedere la porta come negli ultimi tempi.

I dubbi restano anche in difesa, qualche senatore potrebbe rientrare pienamente tra i titolari. Thiaw e Tomori sono in vantaggio come coppia centrale, Pioli con loro vorrà risolvere anche un problema evidente: fuori casa, il Milan incassa troppo e in campionato ha subito ben 31 gol lontano dallo stadio di San Siro.

Infine, a centrocampo c’è una maggiore vastità di scelta. Bennacer potrebbe aumentare il suo minutaggio, giocherà insieme a Rejinders e vorrà mettersi in mostra. La mezzala algerina vorrà trovare slancio in questo finale di stagione e anche – eventualmente –attirare qualche nuovo top club nel prossimo futuro.

Impostazioni privacy