Perquisizione a casa Milan: nuovo attacco diretto alla società

Il tifosi del Milan stanno vivendo ore d’ansia dopo la perquisizione avvenuta a casa Milan: arriva anche un nuovo attacco in diretta

Il campo non sta regalando grosse soddisfazioni al Milan, almeno in termini di trofei e da giugno partirà una rivoluzione che dovrebbe riguardare tanto la squadra, quanto l’allenatore. E non solo. Nella giornata di ieri, però, le acque sono diventate turbolente per via della perquisizione della Guardia di Finanza a casa Milan.

La perquisizione a casa Milan e il caos in diretta
Il Milan rischia grosso dopo la perquisizione della Guardia di Finanza (LaPresse) – controcalcio.com

Se l’aspettavano in pochi, almeno nell’immediato, ma la notizia ha scosso non poco i tifosi e ha accesso delle ombre sul presente societario. Il passaggio delle quote di maggioranza arrivato nell’agosto del 2022 aveva già attenzionato le forze dell’ordine, con indagini in corso che erano state avviate dalla procura di Milano. Ora non si escludono notifiche a dirigenti del club per ipotesi di reato legati all’operazione RedBird, per via del trasferimento dal fondo Elliott.

Non possiamo prevedere il futuro e sapere come finirà la questione, anche se l’allarmismo sta già dominando i social, tra penalizzazione e difficoltà a prevedere il destino del club, con fondi legati a Pif, in Arabia Saudita, che restano alla finestra e hanno intenzione di affondare il colpo. Di sicuro, le notizie delle ultime ore non legano l’attuale proprietà ai supporters rossoneri.

Enerix contro la società dopo la perquisizione a casa Milan

Sul tema si è espresso Enerix durante la diretta di Controcalcio su Twitch. Il noto tifoso rossonero e protagonista della live proprio non le ha mandate a dire dopo quanto avvenuto e con una certa dose di preoccupazione.

La perquisizione a casa Milan e il caos in diretta
Gerry Cardinale non ispira più fiducia ai tifosi del Milan (LaPresse) – controcalcio.com

Lasciando trasparire tutta la rabbia accumulata, ha affermato che “Ho letto le cose per cui viene indagato il Milan e mi sto preoccupando, da tifoso”. Poi ha anche aggiunto: “Questa è la dimostrazione che siamo in mano a delle persone che non meritano di avere la società. Mi rimangio tutto quello che di bello avevo detto su Cardinale. È chiaro che stiano cercando di fare ‘vendi, vendi’”.

Neanche a Daje Ale tornano i conti, tanto che pone l’accento sul fatto che la perquisizione sia arrivata pochissime ore dalle notizie sul possibile acquisto da parte di Pif, o comunque di fondi dall’Arabia Saudita. Vediamo come finirà la faccenda, ma le cose potrebbero non mettersi bene per il Milan.

Impostazioni privacy