Cristiano Ronaldo nella bufera: cosa sta succedendo in Arabia Saudita

Cristiano Ronaldo prosegue la sua avventura in Arabia Saudita con degli alti e bassi. Il campione portoghese è al centro di una polemica

Il 30 dicembre del 2022, Cristiano Ronaldo ha sorpreso tutti i suoi tifosi annunciando il trasferimento agli arabi dell’Al-Nassr. Ha un contratto ricchissimo che scadrà nel 2025, quando la stella portoghese avrà quaranta anni. È possibile che l’accordo venga prolungato di un anno, anche perché l’ex attaccante del Manchester United e del Real Madrid ha permesso alla Saudi League di ottenere una grande visibilità grazie alla sua presenza in campo.

Cristiano Ronaldo polemica
La polemica che riguarda Ronaldo. Foto: Ansa (controcalcio.com)

Come è ovvio che sia, Cristiano Ronaldo resta un personaggio molto chiacchierato, quindi è impensabile che non sia coinvolto in polemiche. In Arabia Saudita si sta discutendo molto di un gesto che l’attaccante portoghese ha fatto in una delle ultime partite. I tifosi non hanno apprezzato molto ed il web si è scatenato. Molti hanno protestato, soprattutto sui social network. La bufera è in corso e l’ex Pallone d’Oro è coinvolto totalmente in questa vicenda.

Cristiano Ronaldo accusato di “atteggiamento immorale”

Oltre ad essere un grande campione, Cristiano Ronaldo è sempre stato un calciatore corretto, ma questa volta ha fatto arrabbiare i tifosi dell’Al-Shabab, club che milita nel campionato dell’Arabia Saudita. L’ex attaccante della Juventus è stato addirittura accusato di “atteggiamento immorale nei confronti dei tifosi avversari”, ma lui giura che si tratta soltanto di un malinteso. Ronaldo ha detto di non aver commesso nulla di sbagliato e di non doversi scusare con nessuno, anche se è stato squalificato per un turno dalla federazione saudita.

Cristiano Ronaldo Arabia Saudita
Cristiano Ronaldo, attaccante dell’Al-Nassr. Foto: Ansa (controcalcio.com)

Sembra che i tifosi avversari non abbiano apprezzato molto l’esultanza di Cristiano Ronaldo, considerata volgare. Il campione portoghese ha festeggiato un goal in maniera plateale, proprio come fece durante un match di Champions League contro l’Atletico Madrid di Simeone. All’epoca, venne molto criticato, ma in Arabia Saudita ci sono delle regole più restrittive per questi gesti ed è questo il motivo delle critiche feroci.

Ronaldo ha definito la vicenda un malinteso, spiegando che i tifosi avversari hanno interpretato male il suo gesto. I sostenitori avversari, per prenderlo in giro, gli hanno urlato per tutta la partita il coro “Messi, Messi” e lui ha risposto portando la mano vicino all’orecchio. Dopo il goal, ha piegato le gambe ed ha fatto dei movimenti all’altezza della zona pelvica, provocando l’ira degli avversari e della federazione saudita.

Impostazioni privacy