Rastelli: “Arabia Saudita? Perché no, ma aspetto l’Italia. Thiago Motta? Pronto per le big”

Massimo Rastelli è uno degli allenatori italiani maggiormente attenzionati in vista della prossima stagione: ha parlato del suo futuro e dell’attuale Serie A.

Il tecnico nato a Torre del Greco è pronto a tornare in panchina dopo l’ultima esperienza vissuta proprio in Campania, all’Avellino fino a metà settembre 2023. Il suo nome è stato accostato anche a molte panchine di Serie A e di Serie B che nell’ultimo periodo sono state al centro dell’attenzione per possibili esoneri e cambi di gestione.

Futuro Massimo Rastelli: pronto a tornare
Futuro Massimo Rastelli (LaPresse) – controcalcio.com

Il futuro di Massimo Rastelli è ancora tutto da scrivere ma non è da escludere che al termine di questa stagione ci saranno novità, come confermato dallo stesso tecnico in esclusiva ai nostri microfoni.

Rastelli: “Inter, Scudetto meritato”, poi il commento sulla Champions e sulla salvezza

In esclusiva a controcalcio.com, Massimo Rastelli ha analizzato i temi più importanti relativi alla Serie A, dallo Scudetto dell’Inter alla zona salvezza, senza dimenticare la qualificazione alla prossima Champions League.

“Che l’Inter fosse la più forte e potesse tentare di vincere lo Scudetto era preventivabile. Non era preventivabile che il Napoli uscisse così presto dalla corsa Scudetto né ipotizzare un distacco enorme dalle altre big. Credo che l’Inter sia stata premiata dalla bontà per dell’organico e per il lavoro di Inzaghi, oltre che per la continuità della dirigenza e del lavoro di tutti”.

Champions League?Mi auguro un recupero del Napoli, perché credo che con Calzona possa ritrovare principi e certezze che avevano con Spalletti. L’aspetto mentale condiziona e non è semplice ma ci sono stati miglioramenti e ci sono spiragli. Bologna, Atalanta e Roma possono giocarsela fino alla fine, le vedo maggiormente avvantaggiate rispetto alla Fiorentina, che è un passetto indietro, e forse anche rispetto al Napoli“.

Corsa salvezza?Tranne la Salernitana, che è più staccata dalle altre, ci sono otto squadre coinvolte in pochi punti. Ci sarà un’alternanza di posizioni non ancora definite. Il Cagliari era penultimo e ora con due vittorie è balzato al 14° posto. Tutto è in gioco, la differenza la farà il modo di gestire le singole gare e ogni singolo punto“.

Futuro in Arabia Saudita? La risposta di Rastelli

Nell’ultimo periodo il calcio italiano ed europeo sta assistendo a una vera e propria migrazione verso l’Arabia Saudita da parte di allenatori e calciatori che accettano le offerte dal mondo del Medio Oriente per cambiare vita, lavorativa ed economica. Per Rastelli l’esperienza in Arabia o all’estero sarebbe ben gradita, per sua stessa ammissione, anche se nelle sue idee c’è sempre la volontà di allenare in Italia.

Mister Rastelli lei accetterebbe un incarico in Medio Oriente?Quello che posso dire è che mi piacerebbe fare un’esperienza all’estero, sarei molto stimolato. È normale che mi piacerebbe di più allenare in campionati di un certo prestigio ma se dovesse arrivare una chiamata del genere, siamo dei professionisti e ci piace il nostro lavoro, quindi la prenderei in considerazione. Ma in questo momento sono più proiettato verso l’Italia e soprattutto sull’Europa“.

Contatti con club di Serie A e Serie B nell’ultimo periodo? Torna in panchina a luglio?C’è stato qualcosina, ci sono stati contatti ma nulla che potesse stimolarmi realmente. Se non c’è qualcosa che ti stimoli particolarmente, è giusto non accettarla e aspettare l’inizio della prossima stagione“.

Rastelli Arabia Saudita
Rastelli apre anche all’Arabia Saudita (LaPresse) – controcalcio.com

Rastelli: “Thiago Motta pronto per il salto”

Infine abbiamo chiesto a Massimo Rastelli un parere sui due allenatori più “in voga” in questo momento in Serie A: Thiago Motta e Raffaele Palladino. Entrambi nel mirino delle big per la stagione straordinaria che stanno portando avanti, sono di ottimo livello – sottolinea mister Rastelli – e pronti al prossimo step.

Massimo Rastelli parla del suo futuro
Massimo Rastelli, le parole sul suo futuro (LaPresse) – controcalcio.com

Thiago Motta e Palladino pronti per le big?Sono due allenatori con due curriculum e percorsi diversi. Thiago Motta ha un po’ di esperienza in più, è un allenatore che ha avuto un passato di grandissime squadre, poi in nazionale… Raffaele (Palladino, ndr.) ha dimostrato di essere un ottimo allenatore ma quello che balza di più all’occhio è quello di Thiago Motta che ha creato un giocattolo perfetto pur non avendo calciatori di prima fascia“.

Impostazioni privacy