Scoppia il caso dopo Roma-Inter: frase orribile e dito medio ai tifosi

Il big match tra Roma e Inter non finisce dopo l’esito del campo: scoppia la polemica per un gesto di un calciatore, di risposta ai tifosi

L’Inter ha superato la Roma con il risultato di 2-4, un punteggio pesantissimo, non solo dal punto di vista numerico, ma per come si era messa la partita, in cui i nerazzurri hanno dovuto rimontare il parziale svantaggio al 45esimo minuto.

Scoppia il caso dito medio dopo Roma-Inter
Acerbi è al centro di un caso dopo Roma-Inter (LaPresse) – controcalcio.com

Uno dei duelli chiave della partita è stato quello tra Francesco Acerbi e Romelu Lukaku, ex compagni di squadra lo scorso anno e che – si può dire senza essere smentiti – si conoscono veramente bene come stile di gioco, punti deboli e di forza. La sfida nella sfida è andata sicuramente al centrale ex Lazio che raramente ha concesso spazio al belga – e quando l’ha avuto non ha fatto proprio bellissima figura, c’è da dirlo. Ad ogni modo, il difensore ha segnato anche un gol pesante e molto bello, quello che ha sbloccato la partita. Dopo un’azione da calcio piazzato, si è fatto trovare ben pronto sul secondo palo, spedendo di testa il pallone in rete.

È proprio in questa circostanza che si sono animate le discussioni tra i tifosi della Roma e il centrale, che non si vedono di buon occhio fin da quando il perno della difesa a tre nerazzurra vestiva la maglia della Lazio.

Acerbi e i tifosi della Roma contro: brutta frase e gestaccio

La rete che sbloccato la partita tra Roma e Inter sembrava interminabile, o almeno tutti i tifosi sono rimasti con il fiato sospeso per capire se il gol sarebbe stato convalidato o meno. Dopo un paio di minuti di attesa, l’arbitro ha capito che quello di Marcus Thuram non poteva essere considerato fuorigioco e ha indicato il dischetto di centrocampo.

Scoppia il caso dito medio dopo Roma-Inter
Francesco Acerbi ha rivolto un dito medio ai tifosi della Roma dopo il gol (LaPresse) – controcalcio.com

I tifosi della Roma, che già pregustavano l’annullamento della rete, non l’hanno presa tanto bene, anche perché il gol l’aveva segnato Acerbi, considerato da loro un acerrimo rivale. Allora, hanno iniziato a pronunciare un coro terribile per l’avversario: “Devi morire!”. Il resto del testo potete immaginarlo. Il difensore, che ha anche dovuto sconfiggere il cancro, non se l’è tenuta e ha rivolto alla curva un dito medio che è sfuggito alle telecamere, ma non ai fotografi. Si tratta di una brutta parentesi, quindi, in una partita godibile tecnicamente, nella speranza che l’infortunio subito da Acerbi – un indurimento al polpaccio – non sia nulla di grave.

Impostazioni privacy