Lo scambio non è andato in porto: alla Juventus fanno festa

Un clamoroso scambio che non ha visto la luce durante la scorsa sessione di mercato: adesso la Juve può davvero sorridere

Nel mese di gennaio la Juventus ha potuto attingere, in minima parte, alle entrate durante la sessione invernale di calciomercato. Solo due i movimenti che Cristiano Giuntoli è riuscito a concretizzare per potenziare la rosa di Allegri e rinforzare nell’immediato la squadra.

Juve 'fortunata': il mancato affare fa felici tutti
No allo scambio: colpo di fortuna per la Juve (LaPresse) – Controcalcio.com

Carlos Alcaraz porterà certamente qualità al gruppo che ancora oggi, nonostante un corposo svantaggio dall’Inter capolista, continua a credere al prossimo Scudetto. Ancor prima ha varcato i cancelli di Vinovo Tiago Djalò, stella del Lille che era in scadenza con la società francese il prossimo 30 giugno.

La mossa di Cristiano Giuntoli è stato un vero e proprio anticipo su Marotta: al 23enne portoghese, con un breve e deludente passato al Milan, ci ha pensato con forza l’Inter in vista di un colpo a parametro zero. Per la Juventus, a questo punto, sarà fondamentale mettere al sicuro la qualificazione alla prossima Champions League.

Il ritorno in Europa sarebbe il primissimo passo per tornare grandi, anche in Europa: il tesoretto che ne deriverebbe, poi, rischierebbe di essere davvero oro colato da reinvestire durante l’estate. Ma intanto è ormai un dato di fatto lo scambio saltato per uno degli attaccanti più richiesti: la Juventus esulta lo stesso.

Juve, che ‘fortuna’: il rifiuto fa felici i bianconeri

La Juventus la scorsa estate si era prefissata un grande colpo, poi sfumato malamente. Si tratta di Domenico Berardi, per il quale Giuntoli aveva proposto al Sassuolo 20 milioni di euro più il prestito di uno tra Matias Soulè e Iling Junior.

Juve 'fortunata': il mancato affare fa felici tutti
Niente scambio con la Juve: Giuntoli ora gongola (LaPresse) – Controcalcio.com

La dirigenza juventina aveva poi anche aperto alla possibilità di cedere uno dei suoi gioielli a titolo definitivo, pur mantenendo un diritto di ricompra e cifre non troppo elevate. In tal senso, però, l’ad Carnevali è stato inflessibile dalla richiesta cash per il cartellino dell’attaccante di Cariati. Il Sassuolo ha valutato Berardi non meno di 35 milioni di euro: di lì in poi, è tutto sfociato in un nulla di fatto.

Numeri alla mano, vista soprattutto l’esplosione di Soulè finito in prestito al Frosinone dove ha già segnato 10 gol con 2 assist, la trattativa naufragata è stata a questa punto un’ottima notizia per la dirigenza juventina. Il rendimento di Berardi, fino ad ora, parla di 17 presenze complessive con 9 gol e 3 assist vincenti: il bomber neroverde, il prossimo 1 agosto compirà 30 anni.

Impostazioni privacy