La partita si rigioca a porte chiuse: decisione UFFICIALE

Decisione ufficiale da parte del Giudice Sportivo: doppia multa salatissima e partita da rigiocare a porte chiuse

Ancora una volta il calcio dilettantistico finisce sotto la lente di ingrandimento della giustizia sportiva a causa del comportamento poco civile di alcuni tifosi, resosi protagonisti di atti a dir poco violenti sugli spalti.

Partita si rigioca a porte chiuse
Partita si rigioca, decisione ufficiale (Ansa) – Controcalcio.com

È successo di tutto durante una gara di Prima Categoria svoltasi in uno stadio della provincia di Arezzo: tanto nervosismo in campo, figlio forse di una partita giocata in un momento delicato per entrambi i club, che ha condizionato negativamente anche gli stessi tifosi presenti sugli spalti. Infatti, a pesare nella scelta del Giudice Sportivo, è stato il comportamento di almeno una quindicina di persone che hanno fatto scoppiare una rissa sugli spalti nei minuti finali della partita incriminata.

Prima Categoria, partita rinviata e multa ai club: la decisione del Giudice Sportivo

Non ci sono stati grossi dubbi, a differenza di altre volte: il Giudice Sportivo ha inflitto una doppia multa alle società, colpevoli di non aver fatto nulla per evitare la rissa, e ha ordinato che la partita venga giocata di nuovo a porte chiuse. I provvedimenti sono stati accettati da entrambi i club.

La gara incriminata della Prima Categoria toscana è stata Valdichiana e Nuova Società Polisportiva Chiusi, giocatasi presso lo stadio di Marciano (Arezzo) lo scorso 28 gennaio. Al termine del suddetto incontro, al minuto 43 del secondo tempo, un gruppo di quindici tifosi avrebbe cominciato una rissa furibonda che è andata via via peggiorando nel corso dei minuti. Il direttore di gara, preso atto della situazione, ha deciso di interrompere il match.

Prima Categoria, partita si rigioca
Prima Categoria toscana, Giudice Sportivo multa due società (Ansa) – Controcalcio.com

Il Giudice Sportivo però nel suo comunicato pone l’accento sul comportamento anti sportivo di diversi tesserati della Polisportiva Chiusi: infatti alcuni di essi hanno scavalcato, senza motivo alcuno, la recinzione che separa stadio e spalti e si sono uniti alla rissa. Insomma, un atteggiamento intollerabile e che il GS ha pensato di punire secondo le norme previste dal Codice di Giustizia Sportivo.

Le multe decise dal Giudice sono le seguenti: 500 euro di multa ad ambedue le società e la ripetizione della gara a porte chiuse. In più alla società ospite, la Nuova Polisportiva Chiusi, è stata inflitta un ulteriore multa di 300 euro per non aver fatto nulla per impedire che dei propri tesserati si unissero alla rissa coi tifosi.

 

Impostazioni privacy