Juve, la partitella diventa infuocata: succede di tutto

Spettacolo puro e ritmi già infuocati nella partitella di allenamento a Vinovo, nel quartier generale della Juventus in settimana.

La sconfitta nello scontro diretto con l’Inter non cambia certamente il giudizio sull’ottima stagione che sta disputando la Juventus. La squadra di Massimiliano Allegri ha forse sorpreso tutti, perché dopo le penalizzazioni e le difficoltà sul mercato estivo in pochi si aspettavano un andamento così continuo e determinato in campionato.

Alcaraz Juventus allenamento
Partitella infuocata per la Juve (ANSA) Controcalcio.com

Certo, l’assenza degli impegni infrasettimanali di coppa hanno agevolato i bianconeri, almeno nella preparazione delle partite domenicali. Ma a prescindere da questo, va detto come la Juve abbia tenuto sempre un ritmo alto, vinto la maggior parte degli incontri e ottenuto finora un meritato secondo posto, fondamentale quanto meno per tornare a giocare la Champions League.

La dirigenza a gennaio è venuta anche in aiuto di Allegri e compagnia, tornando a fare operazioni importanti sul mercato: la Juventus infatti si è assicurata due giovani calciatori di grande qualità, come il difensore portoghese Tiago Djalò dal Lille, ma soprattutto il centrocampista molto quotato Carlos Alcaraz, argentino in prestito dal Southampton.

Alcaraz fa impazzire in partitella: cosa ha combinato

Proprio il giovane Alcaraz, ventenne arrivato negli ultimi giorni della sessione invernale, è finito subito sotto i riflettori. Dopo la manciata di minuti giocati contro l’Inter nel big match di domenica scorsa, il calciatore argentino è stato presentato giovedì alla stampa con una conferenza ormai consueta.

Alcaraz Juventus allenamento
Alcaraz (ANSA) Controcalcio.com

Ma a sorprendere tutti, sia tifosi che cronisti, è stato l’atteggiamento mostrato da Alcaraz durante la partitella amichevole disputata contro i dilettanti del Chisola. Il calciatore sudamericano ha strappato applausi a scena aperta fin dai suoi primi vagiti palla al piede, impressionando soprattutto nel momento del suo primo gol ‘amichevole’ con la maglia bianconera.

Slalom sulla trequarti e destro violento e preciso dalla distanza, a beffare il portiere avversario che non ha neanche accennato ad una parata. Un gol stupendo che è stato accolto con stupore, ma anche con ottimismo riguardo all’apporto tecnico che Alcaraz potrà dare ad Allegri nei prossimi mesi.

La prodezza dell’ex Southampton fa ben sperare e racconta le qualità davvero importanti del giovane appena arrivato dall’Inghilterra. Ora tutta la curiosità si sposta sul campo vero, ovvero quando Alcaraz debutterà da titolare con la maglia numero 26 della Juve. Chissà se Allegri deciderà di lanciarlo dal 1′ già contro l’Udinese, anche se appare più probabile un ingresso in corso d’opera, ma con più minutaggio a sua disposizione.

Impostazioni privacy