Serie A, la nuova firma e Var: i club cambiano tutto

La Serie A cambierà pelle con una riforma totale, ma cosa sta succedendo in queste ore? La rivoluzione di Gravina, salary cap per i club italiani 

La posizione dei top club, come Inter, Juventus e Milan è già nota da qualche ora: l’obiettivo è quello di ridurre le squadre della Serie A passando da 20 a 18. L’obiettivo è quello di salvare il prodotto calcio in Italia che non sta attraversando un ottimo periodo. Tanti debiti per la Federazione italiana che ora dovrà ascoltare le riforme proposte dai club. Ecco la novità del salary cap che ha sorpreso tutti: la ricostruzione della vicenda.

Serie A salary cap rivoluzione Var riforma campionato
Serie A salary cap rivoluzione Var riforma campionato, ecco quello che succederà – Lapresse- controcalcio.com

 

Sarà un mese decisivo per prendere le migliori decisioni in ottica futura. Ecco la verità finalmente a galla con l’11 marzo che è una data da cerchiare con l’assemblea straordinaria per discutere delle prossime riforme in Serie A. I top club hanno preso già una posizione netta: tutto cambia completamente. Conosciamo nel dettaglio le prossime riforme nel campionato italiano.

Serie A, i club chiamano Gravina: l’accordo in via di definizione

Serie A salary cap rivoluzione Var riforma campionato
Serie A salary cap rivoluzione Var riforma campionato, ecco quello che succederà – Lapresse- controcalcio.com

 

Come svelato dall’edizione odierna de La Repubblica la Serie A, che ha 4,6 miliardi di debiti, vorrebbe inserire finalmente un salary cap. Ci dovrebbe essere l’imitazione del modello spagnolo imponendo un tetto ai club: l’obiettivo è quello di evitare stipendi eccessivi e tutto dovrebbe essere fatto in base al fatturato del club. Per fare acquisti importanti, bisogna entrare in un range imposto dalla Federazione.

I club vorrebbero aggiungere anche le chiamate per il VAR per diverse volte a partita per ogni squadra: inoltre, potrebbe finalmente arrivare la la trasmissione in diretta dei dialoghi arbitro-Var, ma prima sarà sperimentata in Coppa Italia. Infine, per questo torneo l’obiettivo è quello di tagliare drasticamente il numero delle partite: alcune varranno sia per la coppa che per il campionato.

Impostazioni privacy