Infortunio più grave del previsto, la stagione è già finita

La stagione agonistica si chiude in anticipo: l’infortunio si è rivelato più grave del previsto. Ecco tutti i dettagli

Alla fine ne rimarrà uno solo. Lo abbiamo sentito e letto tante volte nei resoconti cronachistici di un evento sportivo e, perché no, perfino dei reality e talent show che ormai monopolizzano i palinsesti televisivi.

Stagione finita: infortunio più grave del previsto
Stagione già terminata: l’infortunio è più grave del previsto (LaPresse)-controcalcio.com

In effetti, ogni competizione sportiva, sia quelle che si articolano in una successione di scontri a eliminazione diretta sia quelle che – come ad esempio, i campionati di calcio – si snodano per 9 mesi, è una progressiva scrematura dei pretendenti alla vittoria finale.

Di conseguenza, vittoria dopo vittoria, risultato positivo dopo risultato positivo alla fine, come detto, ne rimane uno solo, il/la vincitore/trice. Orbene, tutto ciò è, per così dire, la fisiologia dello sport ma, ahinoi, c’è, anche la ‘patologia’ dello sport sotto forma di infortunio che è sempre dietro l’angolo costringendo tanti atleti ad alzare bandiera prima della fine della stagione.

Sci, stagione agonistica terminata anche per Elena Curtoni

Marco Schwarz, Alexis Pinturault, Petra Vlhova, Aleksander Aamodt Kilde e Sofia Goggia che di recente è finita sotto i ferri del chirurgo per ridurre la doppia frattura di tibia e malleolo che si è procurata dopo avere inforcato nel corso di un allenamento a Ponte di Legno.

L’elenco dei big del Circo bianco fuori dai giochi in conseguenza di un infortunio assomiglia sempre di più a un ‘bollettino di guerra’ visto che anche per Elena Curtoni la stagione agonistica termina in anticipo: si è, infatti, rivelato più lungo del previsto il recupero dalla frattura ossea composta dell’osso sacro rimediata lo scorso 8 dicembre in seguito alla brutta caduta nel corso del Super-G di St. Moritz.

Stagione finita per Elena Curtoni
Recupero dall’infortunio più lento del previsto: stagione finita per Elena Curtoni (LaPresse)-controcalcio.com

Il recupero clinico è andato più lungo del previsto, non siamo arrivati al punto in cui avremmo voluto essere a questo momento della stagione e il calendario avanza senza sosta. Non vogliamo forzare i tempi, ma arrivare all’inizio della preparazione per la prossima stagione completamente a posto dal punto di vista fisico“, ha precisato la 33enne valtellinese – 3 vittorie (2 in discesa libera, 1 in supergigante), 4 secondi posti (in supergigante) e 5 terzi posti (3 in discesa libera, 2 in supergigante) in carriera – che in questi giorni, dopo aver ricominciato a sciare sulle nevi di Cortina, è impegnata nel lavoro in campo libero.

Dunque, Elena Curtoni chiude in anticipo la Coppa del Mondo 2023-2024 dove non ha mai raggiunto la zona punti anche perché, a causa delle varie cancellazioni delle gare di velocità a novembre, la 33enne valtellinese ha disputato solamente il gigante inaugurale di Soelden (non qualificandosi per la seconda manche) e il Super-G di St. Moritz in cui, come detto, ha rimediato l’infortunio che ha posto fine anzitempo alla sua stagione.

Impostazioni privacy