Ferrari gelata, la sentenza su Hamilton è inequivocabile

Arrivano già le prime sentenze sull’approdo in futuro di Lewis Hamilton in casa Ferrari: ecco cosa hanno appena detto dell’inglese.

Siamo sicuri che nel 2025 la formazione della Ferrari prevedrà un duo pazzesco con Lewis Hamilton e Charles Leclerc. A differenza di tante scuderie infatti, è quella di Maranello ad aver già deciso il futuro prossimo ed anche quello a lungo raggio. Anzi, saranno ora tutte le altre case automobilistiche in F1 a doversi adattare, spostando o meno i sedili dei propri piloti. La notizia dell’approdo di Hamilton alla Rossa intanto, ha già fatto parlare tantissimi esperti del settore.

Ferrari, il commento dell'ex non farà piacere
Sentenza che gela la Ferrari (controcalcio.com – Ansa foto)

I motivi sono tantissimi, sul web ci si scatena a trovare una collocazione realistica per Carlos Sainz che a dirla tutta di estimatrici ne ha parecchie, si pensa anche al futuro della stessa Mercedes che potrebbe ben presto puntare su giovani leve da affiancare ad uno George Russell sempre più al centro del progetto, ma si tocca anche un argomento scomodo: Hamilton è davvero utile alla Ferrari o quando arriverà sarà ormai troppo “scarico”? Anche questo passaggio non è facile da decifrare.

Ferrari gelata: è colpa di Hamilton

Inevitabile che gli addetti ai lavori in queste ore stiano parlando moltissimo del primo colpo di mercato che riguarda già il Mondiale che si terrà dopo quello che inizierà tra un mese. Così, anche l’ex pilota italiano, Jarno Trulli, ha parlato di Hamilton e Cavallino in una sua intervista rilasciata a La Repubblica. 

“Hamilton realizza un sogno, a quarant’anni: correrà per la Ferrari e quello che doveva vincere comunque l’ha già vinto. Maranello ha altre priorità: conquistare titoli. Per me l’operazione fa più bene a Lewis che alla Ferrari“. Questo è quanto detto dall’ex Lotus. Iniziano già i primi malumori quindi, non tutti sono decisamente convinti che sia davvero una mossa da cui la Ferrari possa trarre beneficio, quella che vedrà arrivare il pilota di Stevenage nel 2025.

Hamilton: la Ferrari potrebbe pentirsene
Leclerc ed Hamilton, compagni in Ferrari dal 2025 (controcalcio.com – Ansa foto)

Chi conosce Hamilton comunque sa benissimo che l’inglese non si è ancora ritirato, ed oggi ha 39 anni, proprio per la sua voglia di portare a casa l’ottavo campionato in carriera. Ci proverà ancora una volta in Mercedes e sicuramente proverà a farlo anche quando guiderà una Ferrari.

Trulli ad ogni modo, continua così il suo passaggio sull’argomento: “Cosa significa per Leclerc l’arrivo di Hamilton? È un bonus. In Formula Uno devi dimostrare di essere all’altezza: o vinci oppure hai un compagno di scuderia forte e non perdi il confronto con lui”. Quanto meno a Maranello se le cose andassero per il verso sbagliato si ritroveranno con un campione a stimolare Il Predestinato e comunque la cosa non dispiacerebbe. La Ferrari ad ogni modo vuol tornare competitiva.

Impostazioni privacy