Serie A, rivoluzione epocale: l’ultima offerta è irrinunciabile

Possibile svolta per il campionato di Serie A e per la Lega in questione. Un’offerta in arrivo che potrebbe far cambiare tutto dopo anni.

Da tempo si parla della Serie A come di un campionato in fase discendente. Un tempo la nostra massima serie calcistica era invece considerata l’élite del mondo del pallone, tanto che i migliori campioni stranieri facevano la fila per giocare nelle nostre squadre.

Serie A cambio sponsorizzazione
Cambio epocale in Serie A (ANSA) Controcalcio.com

Il trend negativo è iniziato ormai da una decina di anni, in contemporanea con la crescita strutturale e soprattutto finanziaria di altre leghe come Premier League o Liga. Di recente il nostro calcio fa fatica a raggiungere certi livelli, tanto che lo stop al Decreto Crescita rischia di essere una mazzata ancora maggiore per i club.

Mancano fondi, introiti da diritti televisivi all’altezza, ma anche strutture che possano portare ad una migliore fruizione dello spettacolo. Ma una novità in arrivo per la Lega Serie A potrebbe cambiare tutto. Non tanto nella gestione e nell’organizzazione del campionato, bensì a livello nominale e di sponsorizzazione.

Non sarà più Serie A TIM? Arriva la nuova offerta di partnership

Dalla stagione 1998-1999 il campionato di calcio si chiama Serie A TIM, visto che la nota azienda di telefonia nazionale ha messo in atto una sponsorizzazione ad alto livello, acquistando anche i naming rights della competizione. Ma nel prossimo futuro potrebbe arrivare una nuova partnership che rischia di far fuori la TIM.

Secondo l’agenzia di stampa Reuters, è in arrivo una maxi-proposta da ENI, il colosso energetico italiano che vuole sfruttare il mondo del calcio per rilanciare il brand. Se TIM versa circa 20 milioni di euro annui alla Lega Serie A, come da accordi di partnership e di commissione, la proposta di ENI appare maggiore del 10% (si parla di 22 milioni all’anno).

accordo eni-serie a
Eni può prendere il posto di TIM (Ansa) – Controcalcio.com

L’intento dell’azienda fondata da Enrico Mattei è quello di sfruttare la fine del mercato tutelato e lanciare sul mercato energetico una delle sue brache secondarie di società specializzate nell’energia sostenibile come la neo-nata Enilive o la già nota Plenitude. Mossa strategica che farebbe comodo anche al mondo del pallone, vista l’offerta al rialzo nella nuova partnership.

Per TIM si tratterebbe di una sconfitta piuttosto netta, visto che negli ultimi anni ha già perso il legame con la Coppa Italia (prima chiamata TIM Cup) e con la Supercoppa Italiana, manifestazioni che oggi sono sponsorizzate rispettivamente da Frecciarossa e EA Sports.

Impostazioni privacy