Le statistiche fanno sognare: De Ketelaere è secondo solo a Mbappe

Charles De Ketelaere si sta prendendo l’Italia, a suon di gol, assist e prestazioni trasformate rispetto a un anno fa. Per le statistiche, è secondo solo a Mbappe

Il gioco dell’Atalanta, in questa fase della stagione, è tra le mani, anzi tra i piedi, di Charles De Ketelaere, un talento purissimo classe 2001 arrivato al Milan, ma sommerso dalle critiche per gran parte della sua esperienza in Lombardia.

Le statistiche di De Ketelaere: secondo solo a Mbappe
I dati di De Ketelaere sono impressionanti negli ultimi due mesi (LaPresse) – controcalcio.com

Il calciatore timido, svogliato, con poco mordente e pochissimo feeling con il gol che si è visto in Lombardia, ora ha lasciato il posto a un fantasista totale e moderno, con una visione di gioco da centrocampista puro. Agli ordini di Gian Piero Gasperini, ha capito i movimenti da fare per rendersi pericoloso, ha aumentato la sua presenza in area di rigore e si è anche irrobustito dal punto di vista fisico.

Il percorso in nerazzurro va a gonfie vele e la dimostrazione è arrivata anche nella partita di ieri contro l’Udinese, in cui ha messo a segno due assist e ha avuto diverse occasioni per andare a segno. Dopo l’adattamento in Italia, è letteralmente esploso in Serie A e ora le statistiche sono tutte dalla sua parte.

De Ketelaere si è trasformato: numeri pazzeschi all’Atalanta

Chi ama il calcio sa come un fantasista così efficace possa fare la differenza in qualsiasi momento della partita, e ora Gasperini ne ha uno nuovo di zecca, con grandi prospettive che potrebbero portarlo nei maggiori palcoscenici europei.

Le statistiche di De Ketelaere: secondo solo a Mbappe
De Ketelaere ha dominato la partita contro l’Udinese, con due assist (LaPresse) – controcalcio.com

I numeri in Serie A sono in netta crescita: in 19 partite, De Ketelaere ha segnato tre gol e servito sei assist. Considerando tutte le competizioni, da statistiche OptaPaolo, si tratta del calciatore che da inizio dicembre ha preso parte a più gol dopo Kylian Mbappe. Il fenomeno francese è a 15, con undici gol e quattro assist, mentre il belga in forza agli orobici è a dieci (5 gol e 5 assist).

È chiaro che, se dovesse continuare così, l’ex Club Bruges potrebbe rappresentare un grosso rimpianto per il Milan, che probabilmente avrebbe dovuto aspettarlo e coccolarlo di più, per poi godersi il gioiellino sempre più brillante che ora è in forza all’Atalanta e potrebbe anche restarci. I fari ora sono tutti puntati su di lui e De Ketelaere ha ancora intenzione di stupire, magari presto in evidenza anche con la maglia del Belgio.

Impostazioni privacy